Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

27 dicembre 2011 2 27 /12 /dicembre /2011 11:04

san pietroChi è alla ricerca di un alloggio a Roma e dintorni, non vuole spendere tanto e cerca qualcosa di accogliente, senza dover rinunciare ai comfort, può prendere in considerazione uno dei tantissimi bed and breakfast della capitale, approfittando della prima colazione e di numerosi servizi che offrono questi alloggi alternativi ai turisti che cercano un punto di riferimento e un posto dove dormire.

Chi ha solo pochi giorni a disposizione e vuole farsi un giro nella meravigliosa San Pietro, il B&B più indicato per soggiornare è l’Holiday a San Pietro, proprio a due passi dalla Basilica che si può raggiungere a piedi, attraverso un passaggio pedonale.

bb holiday san pietroLa struttura dispone di nove camere, dislocate su due piani ed è comoda anche per raggiungere facilmente gli ospedali del Bambin Gesù e il Santo Spirito di Saxia e con i mezzi si può raggiungere agevolmente e in pochi minuti l’ospedale San Carlo.

Le camere sono tutte dotate di bagno con box doccia e accessoriate con i migliori comfort, accappatoi, fon, bilancia elettrica, aria condizionata, televisore a schermo piatto, lettore dvd, bollitore per l’acqua, cassetta di sicurezza e connessione a internet gratuita, mediante il cavetto di rete.

 

La colazione è abbondante, da consumare in camera ed è la classica colazione all’italiana, con caffè (normale o decaffeinato), latte, succhi di frutta, tè caldo e freddo, acqua, cioccolato, burro, marmellate, miele, nutella, cornetti, fette biscottate e merendine, per cui si ha solo l’imbarazzo della scelta.

colosseo-RomaTra i servizi opzionali troviamo il garage (con venti euro al giorno), il servizio transfer, la possibilità di fare escursioni, di ospitare animali di piccola taglia, il servizio di lavanderia e si ha pure la possibilità di richiedere il menù senza glutine per soli quattro euro al giorno.

Il sito internet è:

.Holidayasanpietro.it, con la possibilità di effettuare prenotazioni, richiedere informazioni aggiuntive e visionare la photo gallery, con le foto delle stanze.

 

Il B&B Armonia si trova in un’ottima posizione al centro di Roma, nel quartiere Nomentano, vicino Villa Torlonia, circondato da numerosi servizi quali banche, farmacia, supermercati, negozi, trattorie e pizzerie, con la metropolitana che si trova a circa duecento metri e a sette minuti dalla fermata del Colosseo.

camera armoniaIl B&B si raggiunge facilmente dai due aeroporti della città e dalle principali stazioni ferroviarie, a poche fermate di metropolitana ed è un’ottima soluzione per chi vuole girare la città e soggiornare in un ambiente tranquillo e armonioso, con tutti i comfort a disposizione in camera, con stanze dotate di aria condizionata, connessione Wi-Fi gratuita, cassaforte, bagno privato e con possibilità, su richiesta, di alloggiare in un mini appartamento con angolo cottura.

Sul sito internet, .Bbarmonia.com, si possono visionare le tariffe, le eventuali offerte proposte delle foto delle stanze.

 

Altro b&b interessante, da prendere in considerazione è il Sine Tempore, situato nel multietnico quartiere Esquilino, al centro della città, adiacente alla Piazza Vittorio Emanuele, un palazzo ottocentesco dall’aspetto affascinante che caratterizza il quartiere.

photo1La posizione della struttura consente di visitare Roma a piedi, senza la necessità di usare i mezzi di trasporto pubblico e privato, raggiungendo agevolmente i principali monumenti, i siti archeologici e le chiese della città, ma non mancano, ovviamente, i mezzi di trasporto nelle vicinanze, compresa la metropolitana, per raggiungere l’intera città.

Il Bed and breakfast dispone di due stanze con tutti i comfort disponibili (televisione, bagno privato, cassaforte, fon, collegamento wireless gratuito, mini bar, asciugamani e biancheria e con pulizie quotidiane) una matrimoniale e una doppia, il cui sito internet è il seguente: .Sinetempore-bedandbreakfast.it.

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Viaggi
scrivi un commento
19 dicembre 2011 1 19 /12 /dicembre /2011 21:18

alberoCome ogni anno il paese di Cinisi allestisce nella bellissima piazza, circondata dalla Chiesa Madre, dal Monastero dei Benedettini, dal Monastero delle Suore del Sacro Cuore e da una bellissima fontana con papiri e zampilli, un albero di Natale al centro della strada che riceve sempre tante critiche, positive, ma anche negative.

Negli ultimi anni si sono alternati alberi realizzati con i vasi contenenti le stelle di natale, con le pale di ficodindia, con le palline di polistirolo o con i fiocchi dorati e quest’anno gli organizzatori hanno pensato a qualcosa di originale per sensibilizzare le persone alla raccolta differenziata e, ovviamente, per far risparmiare il comune e indirettamente le tasche dei cittadini.

cinisi-piazza-municipio

 

Si tratta di un albero alto otto metri tutto tempestato da bottiglie di plastica vuote di vari colori, per un totale di circa seimila bottiglie incastonate nella struttura per dare vita a uno degli alberi più belli e originali che abbia mai visto, un bel colpo d’occhio a chi si trova a passare per la piazza.

 

La piazza di Cinisi, anche senza l’albero e gli addobbi, di suo è molto bella, grazie al Palazzo dei Benedettini, alle tante palme che crescono attorno alla piazza e dentro il Municipio e alle montagne che fanno da cornice, ma con l’albero di Natale assume un aspetto ancora più bello, grazie alle luci e ai colori delle bottiglie (per la maggior parte colorate di azzurro, ma ci sono anche trasparenti, verdi e di altri colori) e in particolar modo la sera, quando l’albero è tutto illuminato.

 

Recycling symbol.svgAlla base dell’albero un muretto basso fatto con le pietre di tufo e delle stelle di natale gialle, mentre attorno dei vasi in cemento grandi con all’interno quattro vasetti di stelle di Natale e delle piccole palme in vasi singoli.

Insomma, un’ottima idea, una pregevole realizzazione e un risultato davvero sorprendente, che valorizza la piazza e la rende ancora più piacevole da ammirare, per cui consiglio a tutti i comuni d'Italia di imitare questa idea già riprodotta in altri luoghi, a costi limitati e senza l'abbattimento inutile di alberi. 

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Viaggi
scrivi un commento
18 dicembre 2011 7 18 /12 /dicembre /2011 15:42

francoforte2011 083Un’altra breve tappa del mio viaggio in terra tedesca è stata nella città di Mainz, conosciuta anche con i nomi di Magonza e Mayence (in francese), con i suoi circa duecentomila abitanti e situata tra il fiume Reno e il Meno, suddivisa in quindici distretti e rinomata per il suo carnevale e per il centro storico con strade antiche e caratteristiche.

La città è raggiungibile da Francoforte sul Meno attraverso la linea ferroviaria e distante circa un’ora di treno, passando tra campagne coltivate o incolte e qualche centro abitato in lontananza, caratterizzato da case bianche con i tetti spioventi in ardesia di colore grigio, rendendo il paesaggio omogeneo e piacevole da guardare, oppure con l’autobus, partendo dall’aeroporto di Hahn.

francoforte2011 071Arrivato in stazione attorno alle dieci di mattina, con mia grande sorpresa ho trovato all’uscita un piccolo mercatino di Natale, con le classiche casette in legno, i venditori di roba da mangiare (non potevano mancare le grigliate con la carne e i wurstel a cuocere a fiamma bassa e il tipico odore di buono) e un bell’albero di Natale nel mezzo a fare da cornice.

francoforte2011 091A piedi ho percorso un bel viale con palazzi particolari e caratteristici e dopo circa dieci minuti ho raggiunto la piazza principale della città, la Schillerplatz, con la Fontana del Giovedì Grasso, la “Fastnachtsbrunnen” che si vede a distanza per la sua altezza e particolarità.

Infatti, si tratta di un bel monumento caratteristico e originale, caratterizzato da circa duecento statuine allegoriche incastonate nella struttura tutta di bronzo; tra le varie statuine troviamo l’Arlecchino, il Gatto e tanti altri personaggi della tradizione tedesca.

Al fianco della scultura c’è un bell’albero di Natale della stessa altezza e delle piccole statue agli angoli di tutta la piazza e con delle decorazioni sul pavimento ad arricchire la bellezza della piazza.

francoforte2011 093Svoltando sulla sinistra si attraversa un ampio viale e si giunge al duomo di San Martino, dalle dimensioni maestose, grazie anche alle sue sei torri appuntite che svettano dalla struttura principale e in netto contrasto con le costruzioni moderne, dalle facciate in stile rococò rinascimentale che lo circondano.

Il duomo, risalente al decimo secolo, è un’immensa struttura in stile romanico renano, simbolo del potere della Chiesa cattolica sulla città; la chiesa ha subito nella seconda guerra mondiale dei bombardamenti e incendi, ma è stata perfettamente restaurata e non presenta alcun segno di degrado.

francoforte2011 097L’interno è molto grande e austero, con numerose opere, statue e sculture, con un grande altare e due cori, in cui a sinistra sedeva il vescovo e a destra l’imperatore, mentre all’esterno presenta un bel chiostro con numerose piante e alberi.

La più grande sorpresa è stata quella di ritrovarmi davanti al duomo con dei mercatini di Natale dalle dimensioni molto più contenute, rispetto a quello di Francoforte, ma molto più organizzato e con una serie di bancarelle con oggetti più selezionati e ricercati.

Infatti, ho trovato numerosi giocattoli in legno per regalare ai più piccoli, meno confusione e tutto molto più organizzato e piacevole da visitare, in cui ho acquistato numerosi pensierini in tutta tranquillità e con prezzi più modici.

francoforte2011 095Il giro per Mainz è stato breve, visto anche il poco tempo a disposizione, ma intenso, anche se sono riuscito a vedere poche cose, tra cui la chiesa di Santo Stefano, famosa per le vetrate disegnate da Chagall e realizzate da Reims che raffigurano le scene del Vecchio Testamento e una passeggiata lungo le rive del fiume Reno.

Sicuramente mi sarebbe piaciuto visitare il Gutenberg Museum, il museo della stampa intitolato a Johann Gutenberg, l’inventore della stampa e il Landesmuseum, con una collezione di archeologia e oggetti romani antichi trovati nella valle del Reno, ma mi piacerebbe ritornare a visitare questa tranquilla e simpatica cittadina.

    

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Viaggi
scrivi un commento
15 dicembre 2011 4 15 /12 /dicembre /2011 12:47

Seconda parte (continua da qua: )

Il Duomo di San Bartolomeo, chiamato dai tedeschi Kaiserdom (duomo dell’imperatore), è in stile gotico e situato nella Domplatz di Francoforte sul Meno; per il suo significato storico nel periodo del Sacro Romano Impero ha ottenuto questa onorificenza nel sedicesimo secolo e ha una storia molto interessante alle spalle.

francoforte2011 037Infatti, i testi riportano tantissimi episodi avvenuti all’interno del duomo, dal grande Concilio di Carlo Magno all’elezione a re di numerosi personaggi di spicco nella storia tedesca nel periodo del Sacro Romano Impero.

Per incoronare i re e gli imperatori fu costruito, all’interno del duomo, un coro e un transetto, attorno al 1315 e dal 1867, dopo un incendio, sono stati ricostruiti la navata, il campanile e l’atrio in stile neogotico e quest’ultimo fu eretto dal maestro Franz Joseph von Denziger nel diciannovesimo secolo.

L’interno della chiesa è grande e accogliente, con le colonne di colore rosa cannella e si trovano numerose statue di imperatori, un chiostro con il museo del duomo e il suo tesoro (vasi sacri, paramenti e reperti archeologici), quadri, cappelle, altari e un grande organo.

francoforte2011 035Nella navata sud si trova un antico tabernacolo con le reliquie di San Bartolomeo, nella crociera del transetto avvenivano, nel medioevo, le incoronazioni dei re, mentre ai pilastri del coro si possono ammirare numerosi altari collocati come segno permanente dell’annuncio cristiano.

Nella cappella di Pietro e Marcellino, utilizzata come biblioteca, si radunavano nell’antichità i sette principi per l’elezione del re, mentre nella navata nord si può ammirare il grande dipinto “La Lamentazione di Cristo”, realizzata da Anthonis van Dyck e regalata al duomo dalla famiglia Brentano.

francoforte2011 030Terminata la visita al duomo ho raggiunto la Romerberg, la piazza centrale della città, credo proprio seguendo il percorso chiamato Konigsweg, la via dei re, che conduceva dal duomo al municipio e percorso dall’imperatore, seguito da una processione di persone per i festeggiamenti.

Sulla piazza si trova la sede del Municipio (il Romer), le casette di legno, molto affascinanti e colorate, caratteristiche della piazza e la Alte Nikolaikirche, la fontana della giustizia da cui sgorgava in passato il vino per i festeggiamenti dell’imperatore e l’antica chiesa di San Nicola.

La chiesa è caratterizzata dai colori esterni bianchi, marroni e da un campanile con la parte terminale di un colore verde intenso che spicca dall’alto e si nota anche a distanza; in passato, è stata un’orchestra di corte imperiale.

francoforte2011 055Il suo interno è molto sobrio e molto particolare è il concerto di campane che si può ascoltare tutti i giorni alle 9 del mattino e a mezzogiorno. Sempre attorno alla piazza si può ammirare la Casa di pietra, utilizzata dai mercanti e dalla forma simile a un castello e la Chiesa di San Paolo che oggi ospita delle opere d’arte e un dipinto circolare molto particolare.

Tra strutture architettoniche del ventesimo secolo affascinanti e particolari, imponenti grattacieli e palazzi dalle forme più strane e variegate, si arriva sul fiume Meno, in cui è possibile fare un bel tour in barca per ammirare la città da un altro punto di vista.

Attraversato il ponte dedicato al passaggio pedonale e in cui si gode di un suggestivo panorama, specialmente al calar de sole, si raggiunge la Casa di Goethe, in cui tutto è rimasto intatto come allora.

francoforte2011 118Tra le altre cose da visitare nel centro storico troviamo la borsa di Francoforte, che si trova in una piazza con le sculture di due animali, il toro e l’orso, dalle dimensioni leggermente superiori a quelle normali che simboleggiano il rialzo e il ribasso del mondo della finanza.

Proseguendo la passeggiata si raggiunge la Vecchia Opera, passando per la guardia Principale, un edificio costruito attorno al 1880 e ristrutturato verso il 1980 a seguito dei bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Altri monumenti di rilievo sono la torre Eschenheim, una delle quarantadue torri di controllo sparse per la città, ma caratterizzata dal fatto di essere la più alta e antica della Germania, risalente al 1428, il Cimitero ebraico, lo zoo e il Giardino delle Palme (Palmengarten).

francoforte2011 065Lo zoo è uno dei più antichi giardini zoologici del mondo e che ospita, al suo interno, cinquecento specie diverse, per un totale di oltre 4500 animali, mentre il Palmengarten è un’altra attrazione per gli appassionati della natura e del mondo vegetale, con la possibilità di passeggiare attorno a giardini con diverse peculiarità, dal giardino dei rododendri a quello dei cactus, dalla Casa dei Fiori al Tropicarium, dal Giardino Roccioso all’acquario sotterraneo con pesci tropicali, realizzato all’interno di una grotta sotterranea.

Insomma, Francoforte offre tantissimo, è difficile annoiarsi in una città dalle tante sfaccettature, dove è possibile fare shopping, visitare musei e monumenti, dedicarsi alle proprie finanze o passeggiare con la propria famiglia tra i mercatini di Natale, allo zoo o al Palmengarten.

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Viaggi
scrivi un commento
14 dicembre 2011 3 14 /12 /dicembre /2011 18:42

Come ho scritto nel post precedente, la mia breve vacanza di circa tre giorni ha avuto come meta Francoforte sul Meno, una città che si trova nel cuore della Germania centro occidentale e in particolare nella regione chiamata Assia.

Francoforte è la quinta città tedesca per numero di abitanti, contandone oltre seicentomilacinquecento ed è situata tra le rive del fiume Meno che passa proprio nel mezzo della città nota come il centro finanziario della Germania e tra i più importanti d’Europa.

francoforte2011 026Il volo da Trapani è durato due ore esatte e l’aereo è atterrato all’aeroporto civile di Hahn che si trova in una zona collinare molto decentrata, a circa centoventi chilometri da Francoforte, raggiungibile in autobus e pagando il biglietto tredici euro per il solo viaggio di andata.

La temperatura, appena ho messo piede a terra, era di circa sette gradi, come da previsioni meteo, con l’aria fredda, ma abbastanza secca e raggiungere l’autobus è stato abbastanza semplice, poiché l’aeroporto non è molto grande.

francoforte2011 036

Raggiunta Francoforte, dopo un’ora e mezza abbondante di viaggio tra paesaggi con aperta campagna, pale eoliche e qualche agglomerato di case sparso, il tempo di raggiungere l’hotel Excelsior, a due minuti a piedi dal capolinea, ho posato il trolley e mi sono immerso nella movida della città, caratterizzata da imponenti grattacieli e alti palazzi rivestiti con le vetrate.

Il centro della città, partendo dalla stazione centrale, è raggiungibile con la metropolitana o con il tram che si trovano a pochi passi e la metrò, in particolare, impiega meno di cinque minuti per arrivare al Duomo, mentre a piedi, a passo veloce, s’impiegano tra i quindici e i venti minuti.

Nel percorso a piedi è possibile ammirare l’altissimo palazzo della Banca Centrale Europea (la BCE) che spicca dalla Willy Brandt Platz, con il simbolo dell’euro ai piedi del palazzo e con l’accampamento d’indignados provenienti da diverse parti del mondo.

francoforte2011 023Nel periodo natalizio e più precisamente dalla terza settimana di Novembre, fino a poco prima del Natale, a Francoforte è possibile partecipare ai mercatini di Natale, tra i più antichi e visitati della Germania, mentre per chi volesse fare un giro per la città durante tutto il periodo dell’anno, ha molto da vedere perché la città alterna imponenti palazzi caratterizzati vetrate, giochi di luci e architetture particolari e avveniristiche.

francoforte2011 038

La mia prima tappa è stata il Duomo di San Bartolomeo (in realtà questo nome non è del tutto esatto perché la chiesa non ha mai ospitato un vescovo della città, ma i cittadini gli hanno attribuito questo nome), raggiungibile a piedi, attraversando il centro commerciale, ma anche tramite la metropolitana che si ferma proprio a pochi passi dall’ingresso della chiesa, caratterizzata da un’altissima torre campanaria alta circa novantacinque metri che si può visitare da Aprile fino a Ottobre o nei giorni dei mercatini.

francoforte2011 040La struttura risale all’852 ed è uno dei pochi edifici che non hanno subito gravi danni durante la seconda guerra mondiale dalle bombe degli alleati.Con tre euro ho avuto il piacere di salire sulla torre, contando oltre duecentocinquanta interminabili gradini lungo una scala circolare dal diametro di circa un metro, ma con un panorama mozzafiato, tra grattacieli, case in legno e con le barche e i ponti del fiume Meno a fare da cornice alla splendida città vista dall’alto.

Ammirato il panorama, sono sceso giù, con non poca fatica, ma soddisfatto, per visitare l’interno della chiesa, non prima di dare un’occhiata agli scavi adiacenti in cui è affiorato un giardino archeologico con al suo interno dei ruderi di un bagno romano e i resti di alcune costruzioni di epoca carolingia.

 

Fine prima parte.

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Viaggi
scrivi un commento
2 dicembre 2011 5 02 /12 /dicembre /2011 14:04

1789297Chi ha scelto come meta Palermo e provincia, per approfittare delle meraviglie locali e cerca un alloggio che si trovi in una posizione ottimale per visitare sia Palermo che la zona del trapanese, può prendere in considerazione il paese di Cinisi, situato a circa dieci minuti di auto dall’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo.

Cinisi è un tranquillo centro di circa diecimila abitanti, situato in una valle tra i monti e uno splendido mare, distante circa trenta chilometri da Palermo e circa settanta dal centro di Trapani, ma con la possibilità di raggiungere agevolmente numerosi paesi della provincia che sono incantevoli.

 

A Cinisi, tra i vari B&B disponibili troviamo Cinisi Vacanze, che si trova nel centro abitato, la cui struttura è in stile ottocentesco, da poco ristrutturata e ospita, al suo interno, sei camere e due mini suite molto eleganti.

20743L’arredamento è molto elegante, la pulizia e i vari oggetti all’interno delle camere sono nuovissimi e nelle stanze si trovano tanti comfort (aria condizionata, televisore, frigobar etc.), oltre a tre cucine dotate di tutti gli accessori per cucinare, oltre a una lavatrice e un forno a microonde.

Le stanze le ho visitate in due occasioni perché hanno ospitato dei miei amici e posso garantirvi che a distanza di un anno la pulizia e l’ordine sono rimasti immutati.

Tra i vari servizi offerti dal B&B vi è anche il trasferimento da e per l'aeroporto di Palermo o per la stazione ferroviaria, con la possibilità di noleggiare auto moto e bicicletta a prezzi concorrenziali.

Il sito internet del B&B è il seguente: .Cinisivacanze.it.


Un altro interessante B&B per una splendida vacanza all’insegna del mare e del buon cibo siciliano è La Casa sul mare, una struttura situata a Balestrate, un paese sempre della provincia di Palermo, ma collocato a metà strada tra Trapani e Palermo, distante circa venti chilometri dall'aeroporto di Punta Raisi.

 

5110 19543 normalIl Bed & Breakfast si trova a pochi passi da un meraviglioso mare cristallino, la cui spiaggia lunghissima e con la

sabbia fine è caratterizzata dalla presenza di numerosi lidi che offrono numerosi servizi alla clientela, con la possibilità di affittare l’ombrellone e il lettino a prezzi convenienti.

La struttura del B&B è un palazzo signorile ottocentesco che si affaccia sul Golfo di Castellamare e ospita al suo interno tre stanze arredate in stile moderno e in stile ottocentesco, dotate di tutti i comfort e in particolare due delle tre stanze hanno un balcone con vista sul mare.

Tra gli altri servizi del B&B ci sono anche i transfert da e per l’aeroporto e il loro sito internet è il seguente: .Lacasasulmare.com.
img homeNella zona situata nel lato opposto a Cinisi e Balestrate troviamo la meravigliosa Cefalù, una cittadina conosciuta da molti per il mare, le numerose attrattive quali la Basilica e il chiostro del XII secolo, la Rocca di Cefalù, con i resti del Tempio di Diana e il Museo Mandralisca.

Per chi volesse soggiornarvi può optare per il B&B Mareblu, situato nelle campagne di Cefalù, la cui struttura è immersa nel verde di un secolare uliveto.

L’alloggio dista appena cinque minuti di auto dal centro del paese e dalla spiaggia principale, il cui mare è limpido e attira tantissimi turisti.

 Il B&B dispone anche di quattro villette adiacenti e autonome, con terrazzino e con vista sul mare. Tra i servizi classici si dispone di un angolo cottura con barbecue e con la possibilità di pranzare e cenare con ottimi piatti tipici siciliani, per un soggiorno all'insegna del divertimento e del relax a stretto contatto con la natura.

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Viaggi
scrivi un commento
13 novembre 2011 7 13 /11 /novembre /2011 18:19
Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Viaggi
scrivi un commento
8 ottobre 2011 6 08 /10 /ottobre /2011 11:37

<<O’Scià - nessun uomo è un'isola, ogni respiro è un uomo.>>

Anche per quest’anno si è ripetuto il festival musicale, artistico e culturale organizzato da Claudio Baglioni nella bellissima isola di Lampedusa, O’Scià, una manifestazione che ogni volta rischia di non esserci a causa dei soliti problemi economici e logistici e in particolare quest’anno per la serie di sbarchi e di eventi poco piacevoli accaduti nell’isola pochi giorni prima della manifestazione.

La parola O'scià (pronunciata dai lampedusani come o’cià) nel dialetto lampedusano significa "fiato mio", "o mio respiro", un vezzeggiativo che evoca dolcezza, e nello stesso tempo speranza e usato da tutti i lampedusani come saluto affettuoso tra amici e persone cui si vuole bene. 

 

Claudio Baglioni ha fatto suo questo termine e l’ha trasformato nell’acronimo di Odori, Suoni, Colori, Isole d'Altomare e dal 2003 ha realizzato, assieme all'amministrazione comunale di Lampedusa e successivamente alla Fondazione O'scià, un evento musicale che ogni anno vede presenti molte stelle della musica italiana e internazionale e tantissimi artisti di grande fama che si alternano sull’enorme palco allestito nella spiaggia della Guitgia e accessibile a tutti.

locandina-oscià-2011-715x1024

O'scià non è solo musica, arte e teatro, infatti, come ha detto Claudio Baglioni, questa manifestazione è:

 

<< un respiro per i diritti umani, una speranza per chi sta per arrivare. O' Scià, come un saluto, un fiato dentro il fiato per un dono, per un progetto, per la libertà, fiato dentro il fiato attraverso parole e musica. >>

 

Lampedusa, splendida isola delle Pelagie, al centro del mediterraneo è ricordata da molti per gli innumerevoli sbarchi dei clandestini, e concordo con quanto scritto da Baglioni:

 

<<Partendo da quella frase bella che"nessun uomo è un'isola" e che "ogni respiro è un uomo", io vorrei tanto che le Pelagie diventassero le isole di tutti, le isole dell'incontro.

Vorrei che questo simbolo diventasse gonfio di positività e gonfio anche di progetto, proprio d'architettura della vita.

E allora O' Scià può diventare veramente unione di respiri, di fiati, affinché il mondo abbia un vento nuovo, insomma affinché il vento sia positivo.>>

 

L’ ufficialità dell’evento e delle date si è avuta con largo ritardo, visti anche i problemi con i voli aerei per i collegamenti tra le principali città italiane e l‘isola, ma alla fine tutto è andato per il meglio e con grande sorpresa la manifestazione si è ripetuta come lo scorso anno con ben cinque serate.

L’attesa per conoscere gli ospiti è stata ancora più lunga, fino a poche settimane prima dell’evento si avevano solo delle supposizioni, tutte di alto livello, ma non confermate, ma in questi casi l’importante è esserci, essere presenti sull’isola per assistere a qualcosa di unico ed eccezionale, come d’altronde si è rivelato, con oltre cinquanta artisti presenti.

Prenoto il biglietto con un giorno di anticipo rispetto alla manifestazione con l’intenzione di approfittare del bel tempo lampedusano (e già, in quel periodo sembra che a Lampedusa l’estate non voglia lasciare il posto all’autunno) per rilassarmi sulle limpide acque dell’isola dei Conigli e per riprendere l’abbronzatura persa.

Lasciata la Sicilia con un tempaccio grigio e buio, sono arrivato con l’aereo sull’isola con uno dei tramonti più belli che si possono ammirare e una ventata di aria calda mi ha strappato un sorriso e un senso di rilassatezza e di energia vitale persa da un’estate alquanto piatta.

Giusto il tempo di posare il trolley e prendere il motorino e sono subito nella movida lampedusana, fatta di piccole ma semplici cose, quasi ripetitive, gli stessi locali, gli stessi negozietti, visi che rivedo con piacere ogni estate, gente del posto con la faccia bruciata dal sole, con lo sguardo vivo, con la speranza che O’Scià per loro possa durare tutto l’inverno triste e noioso, ma con la consapevolezza che tra pochi giorni tutti andranno via, lasciandoli soli per un bel po’.

oscia 2001 044oscia 2001 102

Ognuna delle cinque serate è stata ricca di emozioni, d’incontri, di risate e di belle parole che lasciano a tutti la speranza di un futuro migliore per tutti, lampedusani e non, con artisti sempre pronti a strappare un sorriso, a emozionare con le loro canzoni.

Lampedusa è anche conosciuta per i suoi paesaggi aridi, rustici, fatti da coste frastagliate, calette meravigliose e piccoli dammusi che si possono ammirare lungo il percorso che porta dal paese all’Isola dei Conigli e apprezzare per la loro semplicità.

oscia 2001 493oscia 2001 495

L’isola dei conigli, è a meno di dieci minuti di motorino dal centro abitato e la spiaggia è raggiungibile a piedi e caratterizzata da una sabbia finissima e con aree delimitate per la presenza delle uova depositate dalla caretta caretta e protette dai volontari della Lega Ambiente che vigilano la riserva affinché tutto possa rimanere pulito e intatto. 

Descrivere il colore dell’acqua è un’impresa impossibile, sfumature impressionanti di azzurro e celeste (le foto forse riescono a rendere una giustizia parziale alla bellezza del mare dell’isola, ma bisogna costatare con i propri occhi), acqua frizzantina, ma piacevolissima e tanti pesci che nuotano al tuo fianco, sicuri del tuo rispetto verso di loro. 

Il bello della manifestazione comprende anche le prove che si svolgono dalle 15 del pomeriggio fino alle 19 di sera sul palco, a tratti anche più divertenti del concerto di per se perché spesso si svolgono scene carine e gli artisti interagiscono con il pubblico in un’atmosfera spensierata e più naturale.

Ad aprire la serata, come da tradizione, l’ormai immancabile Antoine Michel, un perfetto sconosciuto a molti, ma un simpatico e particolare ristoratore e cantautore per passione che rallegra e fa ballare un po’ tutti con le sue canzoni divertenti e orecchiabili.

Gli artisti presenti sul palco di questa edizione sono stati oltre cinquanta, con nomi del calibro di Zucchero, Pino Daniele, Mario Biondi, Luca Carboni, Max Pezzali, Patty Pravo, Edoardo Bennato, i Pooh, la Pfm, Giuliano Palma ma anche con artisti vincitori negli anni di Amici come Alessandra Amoroso ed Emma Marrone, comici come Sasà Salvaggio, Pablo e Pedro, Greg e Lillo, Alessandro Siani, Panariello e una serie di “madrine” che hanno aiutato Baglioni come Paola Saluzzi, Ilaria Moscato e Ramona Badescu.

oscia 2001 117oscia 2001 353

Tanti altri artisti, per problemi di salute o per imprevisti lavorativi non hanno potuto accettare all’ultimo minuto l’invito di Baglioni, tra cui Renato Zero, Luciano Ligabue, Fiorella Mannoia, Massimo Ranieri, Ron e tanti altri, ma sono stati, nel possibile, sostituiti da altri artisti in maniera egregia, con la speranza che si presentino nella prossima edizione che ormai è diventato un evento unico e inimitabile.

 

Come raccolti attorno ad un falò, senza differenze di razza, cultura o provenienza, ma tutti lampedusani acquisiti, uniti ad ascoltare il lento spegnersi dell’acqua del mare sulla battigia, a osservare il cielo pieno di stelle a fare da cornice a uno show fatto da grandi prestigiatori, maghi e fate che con la loro voce, le loro parole, i loro gesti, gli sguardi e con la loro voglia di stupire hanno condiviso con tutti i presenti serate indimenticabili e memorabili in un’atmosfera quasi surreale e da sogno.      

 

Per l’elenco completo dei partecipanti o per visionare le manifestazioni precedenti, gli eventi e una serie di foto, video e informazioni generali su O’scià si possono consultare il sito ufficiale della Fondazione O’scià che organizza la manifestazione e tantissimi siti che si possono trovare mediante ricerche su internet, tra cui:

.Fondazioneoscia.org

.Lampedusa35.com

.Doremifasol.org

 

<<O’scià, il Vento di un Respiro ci porterà vicino.>>

 

Repost 0
Published by Rosario - in Viaggi
scrivi un commento
18 agosto 2011 4 18 /08 /agosto /2011 12:44

Lo stress e la vita frenetica di tutti i giorni spingono sempre più persone a trascorrere dei fine settimana nei centri di benessere messi a disposizione dagli alberghi. Con questa semplice guida vediamo come scegliere tra le innumerevoli strutture alberghiere presenti su tutto il territorio nazionale che dispongono di centri benessere al loro interno.

Informazioni generali

Un centro benessere è una particolare struttura che dispone di particolari attrezzature, servizi e personale specializzato per la cura della persona a livello fisico, emotivo e mentale, per rigenerare i propri clienti da periodi di particolare stress o per far trascorrere loro dei giorni indimenticabili. Solitamente le beauty farm e i maggiori hotel hanno un centro di benessere, in cui è possibile soggiornare per un weekend, ma anche per intere settimane con pacchetti personalizzati e offerte interessanti e convenienti.

I centri di benessere si differenziano in base al tipo di servizio offerto, infatti, si può scegliere tra un trattamento romantico (nel caso di una coppia), salutare, rilassante, termale o per la cura della propria bellezza.

In base al servizio dell'hotel benessere cambiano le location, con stanze e cabine realizzate con opportuni accorgimenti per creare un ambiente accogliente, attraverso zone di meditazione, saune, terme, piscine idromassaggio, centri fitness, fanghi, beauty spa, per weekend caratterizzati da coccole, attenzioni, aromaterapia e massaggi mirati per riacquistare quelle energie interiori perse durante periodi di stress.

In Italia esistono numerose strutture che dispongono di un centro di benessere al loro interno, dagli hotel in Umbria e Toscana a quelli dell'Umbria e della Sicilia e, in base al tipo di soggiorno che si intende fare, è possibile contattare il personale dell'hotel che fornirà tutto il materiale informativo e le risposte alle nostre domande per una guida completa sui servizi e sul comportamento da tenere all'interno del centro.

Dove trovare i migliori hotel italiani con centro benessere

Esistono su internet portali dedicati alla ricerca del centro benessere che più soddisfa le nostre richieste, con possibilità di selezionare la regione e la provincia e di contattare tramite email o telefonicamente l'hotel per avere ulteriori informazioni sui servizi offerti e sugli eventuali prezzi per il soggiorno.

Tra questi portali c'è da prendere in considerazione: Centribenessere.it, caratterizzato dalla possibilità di scelta tra hotel & spa, centri di benessere e terme, con ampie recensioni sul tipo di trattamenti, sulle eventuali convenzioni, sui servizi sul posto e sui pacchetti speciali e le offerte degli hotel.

Tra i vari centri di benessere troviamo, ad esempio, L'Hotel Villa Florita in Umbria, con beauty farm e centro benessere, il cui sito internet è: Hotelvillafiorita.com, oppure l'Hotel Villa La Borghetta (Villalaborghetta.com) in Toscana, con piscina, bagno turco e massaggi e Villa Maria (Sportingvillamaria.it), un hotel a quattro stelle, situato nelle colline abruzzesi.

Rominabeautiful woman have massage at spa and wellness centerstilllebenpre sauna

Repost 0
Published by Rosario - in Viaggi
scrivi un commento
3 agosto 2011 3 03 /08 /agosto /2011 15:03

Con quest'articolo vediamo tre B&B tra i migliori della zona, con i loro servizi per soddisfare le richieste dei propri clienti.

Per chi vuole soggiornare in provincia di Palermo, approfittando delle bellezze locali e a poche decine di chilometri dalla città, può optare per il B&B Cinisi Vacanze, situato in un paese che dista cinque chilometri dall'aeroporto, due da uno splendido mare e quattro chilometri dalla montagna. Il B&B si trova nel centro abitato e la struttura è in stile ottocentesco ristrutturata da pochi anni e con sei camere e due mini suite arredate con gusto ed eleganza e dotate di tutti i comfort, tre cucine con tutti gli accessori e con lavatrice e forno a microonde. Tra i servizi offerti anche la possibilità di trasferimenti da e per l'aeroporto di Palermo e la stazione ferroviaria e possibilità di noleggiare auto moto e bicicletta e il sito internet è: Cinisivacanze.it.

La Casa sul mare è un altro B&B interessante, situato nel paese di Balestrate, a metà strada tra Trapani e Palermo e distante circa venti chilometri dall'aeroporto. La struttura si trova a pochi passi da uno splendido mare cristallino, caratterizzato dalla presenza di numerosi lidi ed è un palazzo signorile ottocentesco che si affaccia sul Golfo di Castellamare e dispone di tre stanze con arredamento moderno o in stile ottocentesco, con tutti i comfort e due con balcone con vista sul mare. tra i servizi anche la possibilità di transfert da e per aeroporto e con sito internet: Lacasasulmare.com.

Chi conosce o ha sentito parlare di Cefalù, non può non soggiornare in questa splendida cittadina che volge su un magnifico mare e il B&B ideale per le vacanze è Mareblu, situato in campagna con una struttura immersa nel verde di un secolare uliveto e a cinque minuti di auto dal centro e dalla spiaggia. Il B&B dispone anche di quattro villette adiacenti con terrazzino con vista mare. Tra i servizi classici si dispone di un angolo cottura con barbecue e si può partecipare a dei corsi di cucina tipica siciliana, per un soggiorno all'insegna del divertimento e a contatto con la natura.

Altri B&B interessanti sono:

  • Vecchiacarrucola.com a Carini;

  • Locandareruggero.it a Monreale;

  • Lacerniabruna.it a Ustica;

  • Casamanzella.it a Terrasini.

1 Cinisi Beach 1 Plage de Cinisi | Source | Author Abrahami | Date | Balestrate, Sizilien, die Kirche | Source | Date 2006-05-22 | Author A statue of the Cathedral of Cefalù Una statua della Cattedrale di Ce

Repost 0
Published by Rosario - in Viaggi
scrivi un commento