Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

1 febbraio 2012 3 01 /02 /febbraio /2012 10:15

 

Overblog, una società appartenente al gruppo Ebuzzing, è la piattaforma di bloging per blogger o per semplici appassionati di scrittura e di diari personali, ha acquistato, di recente, Timewiki, aumentando le potenzialità della piattaforma e inserendo novità che a prima vista sembrano interessanti e innovative.

Il prestigioso e noto Techcrunch, il web publication che si occupa di divulgare notizie tecnologiche e analisi e di siti web, ha annunciato che si tratta della prima acquisizione di un progetto firmato "Silicon Valley" da parte di una società europea (Timekiwi è, infatti, una start-up nata nel 2010 a Palo Alto, California).
Con oltre duemilioni di blog attivi e un'audience di circa trentadue milioni di visitatori unici al mese, Overblog è oggi la prima piattaforma di blogging più conosciuta e utilizzata in Italia e in tutta Europa.

Cos'è Timekiwi?
Timekiwi è un servizio online che consente a chiunque di creare una splendida timeline personale, unendo in maniera efficente tutti i contenuti condivisi pubblicamente su Twitter, Facebook, Instagram, Foursquare, Flickr e sul Blog (Tumblr, OverBlog, etanti altri).



L'acquisizione di Timekiwi rientra in una più ampia strategia di sviluppo che il team di OverBlog sta portando avanti da quattro mesi, attraverso un progetto di crowdsourcing, diffuso in Rete attraverso l'hashtag #futureofblogging, che si concluderà prima dell'estate con il lancio della nuova piattaforma OverBlog che promette tante nnovazioni e migliorie rispetto all'attuale piattaforma in cui si riscontrano alcuni bug e tanti piccoli difettucci da rettificare.

Il progetto italiano è seguito da Paolo Mulè, il Community Manager di Overblog che afferma: "grazie al progetto di crowdsourcing #futureofblogging e al contributo creativo di oltre 500 blogger in tutta Europa, in questi mesi noi di OverBlog abbiamo avuto modo di ripensare il concetto stesso di blogging." - e ancora: - "Oggi, vogliamo affermare una nuova idea di blog, inteso come centro e punto di snodo di tutte le proprie attività in Rete: in altre parole, pensiamo al blog come alla casa digitale di ogni utente del Web."

 


In definitiva si può riassumere dicendo che Timekiwi serve per:

    •    aggregare tutti i social network in un'unica timeline;
    •    condividere con chiunque le proprie attività pubbliche online;
    •    promuovere la propria identità digitale e aumentare l'influenza in Rete.




Articolo sponsorizzato

Viral video by ebuzzing

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
29 gennaio 2012 7 29 /01 /gennaio /2012 13:13

alice adslChi è alla ricerca di un nuovo abbonamento per navigare su internet da casa o in ufficio può rivolgersi a diversi gestori che forniscono numerosi servizi ai propri clienti con promozioni e prezzi vantaggiosi, con un occhio di riguardo, in particolar modo, per i nuovi abbonati.

Alice è uno dei principali operatori di Adsl in Italia, appartenente al gruppo di Telecom Italia, con offerte per la navigazione su internet che vanno dai sette mega di download fino a venti mega, anche in combinazione con delle offerte sulla rete telefonica fissa.
Per chi non ha ancora un abbonamento ad Alice o vuole passare a Telecom Italia, può scegliere tra due tipi di offerte, valevoli entro il trentun agosto 2012: Internet senza limiti e Tutto senza limiti.

Internet senza limiti non prevede alcun costo di attivazione e canone della linea telefonica gratuito per i nuovi clienti, con Adsl illimitata e fino a sette mega, chiamate nazionali con telefono fisso a zero centesimi, ma con lo scatto alla risposta, un’ora al mese di chiamate ai fissi internazionali inclusa nel prezzo e ai cellulari internazionali al costo di quelli nazionali; inoltre è incluso nel prezzo un Antivirus e un Firewall per sempre.

 

A richiesta è possibile usufruire di alcune opzioni quali: Superinternet, Internet Play, Chiama TIM, Cubomusica e Cubovision.

telecomTutto senza limiti, invece, prevede le stesse opzioni e in più, solo online il modem gratuito per un anno e il pacchetto di sicurezza completo per sempre. Inoltre, attivando online Play entro il 20 di febbraio si può scaricare gratuitamente un gioco su Multiplayer.com.
 

 

Tra le altre offerte di adsl ci sono gli abbonamenti ad Alice 7 Mega, per navigare ventiquattro ore su ventiquattro senza limiti di traffico gratuito per cinque mesi solo per chi si abbona online, con una velocità di navigazione fino a sette mega e una velocità di upload che può arrivare fino a 384kbps e con la possibilità di richiedere il modem wi-fi a noleggio. Assieme alla linea si hanno a disposizione una casella di posta da tre giga e l'assistenza tecnica telefonica gratuita. Gratuito è anche Total Security per sei mesi (su richiesta) e si hanno le opzioni Superinternet e Internet Play gratis per un mese.

Lo stesso tipo di offerta vale per Alice 20 Mega, il cui costo è di 25,16 euro al mese e senza alcun costo di attivazione, mentre per chi non vuole un abbonamento, può navigare con Alice Free con 640 kbps in download e due euro per ogni ora di navigazione.
telecom adslEsiste poi un'offerta per chi necessita di un’Adsl veloce e potente chiamata Super Internet, con una velocità che arriva fino a un mega in upload e fino a 10 mega in navigazione al costo di quattro euro al mese (e un mese è gratuito), mentre la versione Plus può arrivare a 20 mega di navigazione al costo di cinque euro con due mesi gratis.

Per chi ha la fortuna di essere coperto dalla fibra ottica di Telecom Italia (al momento è disponibile a Milano, Roma, Torino e Bari), può navigare fino a 100 mega in download e fino a 10 mega in upload con un costo di 45,38 euro al mese con un contributo di attivazione di 121 euro.

Alice

 

Alice ha una copertura estesa in quasi tutta Italia, ma per avere la certezza assoluta si può consultare il sito internet: .Telecomitalia.it, nella sezione di verifica, inserendo il proprio numero di telefono con il prefisso per scoprire se la propria zona è servita dal servizio di Adsl e di IPTV (o TV via Internet).

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
17 gennaio 2012 2 17 /01 /gennaio /2012 10:49

La conoscenza dell'inglese, nell'era dei computer collegati a internet, delle applicazioni sempre più complesse e con manuali scritti nella seconda lingua più parlata al mondo, è fondamentale per chi si appresta a entrare nel mondo lavorativo o per chi lavora già da tempo ed è davvero imbarazzante trovarsi a un colloquio di lavoro, a una riunione, o al telefono con qualcuno e non sapersi destreggiare con le parole prettamente inglesi.

Esistono, in commercio, numerosi corsi di formazione, libri o scuole che si occupano di insegnare l'inglese, ma è facile arrendersi al primo tentativo per noia, mancanza di tempo e soprattutto per mancanza di voglia a stare ad ascoltare termini, regole e parole incomprensibili.

Ma se si potesse imparare l'inglese comodamente sdraiati sul proprio divano, con i piedi incrociati e poggiati su un mobiletto, un buon libro e un divertentissimo videocorso in televisione, chi di voi storcerebbe il naso? Penso davvero in pochi, specie se si tratta di imparare l'inglese con l'obiettivo di trovare lavoro o di migliorare la propria condizione lavorativa, senza rischiare di fare figuracce meschine davanti al proprio capo e c'è qualcuno che ha avuto la geniale idea di venirci in aiuto.

Si tratta di John Peter Sloan, un famoso personaggio eclettico conosciuto da molti attraverso numerosi programmi televisivi tra cui Zelig, il popolare programma di cabaret in onda su Canale 5 in cui si esibiva con le sue originali e divertenti lezioni di inglese, prendendo spunto proprio da noi italiani e dal nostro modo di relazionarci con la lingua e in particolare con gli altri.

Chi di voi ha avuto il piacere di acquistare Speak now! ed è rimasto soddisfatto dal geniale metodo d'insegnamento e vuole approfondire le proprie conoscenze anche in ambito lavorativo, sicuramente non vorrà perdere il nuovo corso ideato da John Sloan, Speak now! For work, dedicato al districato mondo lavorativo.

Infatti, si tratta di un corso che si rivolge a tutti i lavoratori o futuri tali, con la prima uscita che prevede tutta una serie di consigli utilissimi per chi si avvicina al mondo del lavoro, aiutando a compilare il curriculum vitae e la lettera di assunzione e a scegliere il tipo di lavoro in base alle proprie abilità ed esigenze, con un cofanetto settimanale che comprende un DVD e un libro, per un totale di venti cofanetti, acquistabili in libreria o in edicola, in allegato con La Repubblica e L'Espresso.

La prima uscita,  che sarà sempre di lunedì, ha un prezzo promozionale di 4,90 euro, mentre le successive costeranno 12,90 euro e considerando che si tratta di un libro e di un dvd, il prezzo è davvero interessante e conveniente, anche perché si impara l'inglese sempre con il sorriso in bocca.

Lavorando nell'ambito informatico e intrattenendo spesso conversazioni con fornitori di hardware per la mia azienda, ma anche con tecnici che forniscono assistenza remota per problemi software, l'inglese per me è fondamentale e le prime volte che parlavo al telefono con inglesi e tedeschi sudavo le fatidiche sette camice.

In particolare ricordo la mia seconda telefonata in teleassistenza in cui mi aiutavo con un famoso traduttore online che è andata discretamente bene, fino a quando, a causa della mancanza di segnale della rete aziendale, sono rimasto senza internet e senza un ausilio fondamentale, trovandomi in imbarazzo perché non ricordavo alcuni termini e improvvisando l'interlocutore continuava a ripetermi "Sorry, I don't understand".

Ridete pure, ma chissà a quanti di voi è capitato di dover rispondere a qualcuno e di non trovare i termini adatti e comprensibili, e chissà quanti avranno pure il coraggio di raccontarmi la vostra catastrofica esperienza... aspetto con ansia di conoscere la vostra divertente situazione con l'inglese al lavoro.

 

Articolo Sponsorizzato

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
19 novembre 2011 6 19 /11 /novembre /2011 09:55

nokia-logo-2

Quello di cui vorrei parlarvi oggi è un cellulare che è con me da circa tre anni, un funzionale attrezzo da lavoro che mi è stato gentilmente imposto dalla mia azienda per essere rintracciabile in qualunque ora della giornata, il Nokia E65.

nokia logoIl cellulare, esteticamente, non è bellissimo, il suo design non è molto accattivante, quando l’ho avuto tra le mani per la prima volta il suo colore marroncino mi ha leggermente deluso, sapeva di pelle da divano.

e65 01Anche il suo peso e le sue dimensioni sono notevoli rispetto agli altri cellulari da me posseduti (anche se in commercio ci sono telefonini ancora più ingombranti e pesanti) e l’apertura per accedere al tastierino numerico mi dava l’impressione di qualcosa di particolarmente delicato che si sarebbe potuto guastare da un momento all’altro, ma che per fortuna sono stato smentito nel tempo.

Il display è sufficientemente grande, considerato pure che parliamo di un cellulare che è sul mercato da diversi anni e che solo ultimamente si vedono tantissimi cellulari con lo schermo enorme per poter vedere le foto nitide e belle grandi.

e65 nokiaVisto frontalmente presenta un pulsante di accensione davvero piccolissimo nella parte superiore, mentre nella parte bassa un rettangolo arrotondato ai lati con 4 barrette con i pulsanti (due su un’unica barrettina in alto, due laterali e una barrettina più piccola con due funzioni al centro) e nel mezzo un quadratino che funge da tasti cursore con il pulsante nel centro.

Ai lati di questo pulsante quadrato ci sono altri quattro pulsanti rispettivamente per la rubrica, per la funzione di telefono muto, per le informazioni e per la chiamata in conferenza.

Insomma, i pulsanti funzione non mancano di certo e dopo pochi utilizzi si capisce come utilizzarli e facilitarsi la vita con poche pressioni delle dita. Lateralmente il cellulare possiede altri quattro bottoncini per l’accesso alla webcam e per scorrere le pagine di internet con facilità, ma non li utilizzo quasi mai.

In basso c’è lo slot per collegare con un cavetto il cellulare al computer e l’ingresso per l’alimentazione.

Scorrendo il cellulare verso l’alto (in termini tecnici si chiama apertura slide) si apre in due parti  perfettamente simmetriche e si ha il tastierino numerico con tutte le funzioni previste da un qualunque tastierino standard.

Sul retro del cellulare troviamo la fotocamera integrata e l’alloggiamento per la sim e la batteria a cui si accede da un pannello scorrevole tramite una piccola chiusura.

Una volta acceso il cellulare si deve aspettare qualche minutino di troppo affinché si carichi la schermata per l’inserimento della password e il logo della Nokia, quello classico con due le mani che si stringono tra di loro.

nokia e65aSul display ci sono gli indicatori di campo a sinistra e di carica della batteria a destra, un orologio e il datario, più in basso invece un menù in orizzontale con l’accesso alla galleria, all’agenda, ai messaggi, un tasto per l’attivazione del bluetooth, uno per la regolazione dell’orologio e della sveglia e uno per l’accesso alla posta elettronica.

 

Alcuni dati tecnici salienti:

Access_GPRS.gifIl cellulare è caratterizzato da una connessione in UMTS, da supporti EDGE, IRDA, GPRS e Bluetooth, con una scheda di rete wireless classica e una fotocamera da due megapixel, un browser della Nokia e si ha la possibilità di effettuare chiamate con la tecnologia VOIP.

E’ dotato di un sistema operativo della Symbian 9.1, Series 60 UI, una memoria interna di cinquanta Mb e la possibilità di metterne una esterna.

Gli altri dati tecnici li trovate in qualunque pagina internet, per cui preferisco non dilungarmi sulle caratteristiche tecniche che a molti potrebbero risultare noiose e incomprensibili.

 Per quanto riguarda l’autonomia del telefonino è garantita una autonomia di circa sei ore, ma non ho mai conteggiato l’effettiva durata, ma posso dire che, tenendolo acceso ventiquattro su ventiquattro e usandolo spessissimo per le chiamate aziendali, ha una durata di circa quattro giorni.

La qualità dell’audio è ottima, non mi ha mai dato problemi di alcun tipo così come la qualità delle foto, anche se non si può pretendere grandi cosa da una due mega pixel.

Il cellulare mi è caduto a terra non so quante volte, ma posso considerarlo robusto e resistente agli urti perché al massimo si è aperto lo sportellino dove alloggia la batteria o si è spento per poi riaccendersi con estrema facilità.

In oltre due anni di utilizzo ho solo riscontrato un iniziale problema di software per quanto riguardava la connessione ad internet in GPRS, ma con un aggiornamento del sistema operativo e del firmware si è risolto il problema senza pagare alcunché all’assistenza.

Credo di ritenermi più che soddisfatto di questo cellulare, lo consiglio di sicuro ad un potenziale acquirente perché non ho di che lamentarmi, nonostante si trovino in commercio modelli più innovativi e con funzioni avanzate che spesso non sono prese in considerazione perché all’atto pratico assolutamente inutili.

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
16 novembre 2011 3 16 /11 /novembre /2011 10:08

 uncharted 3-image-logo3

 

Uncharted-3_Playstation3_cover-2.jpg

Oggi vi parlerò di Uncharted 3, "L’inganno di Drake", il terzo episodio della serie Uncharted, un gioco pubblicato dalla Sony Computer Entertainment per la Play Station 3 e uscito il 2 di Novembre in tutta Europa, ad eccezione della Francia dove è uscito il 28 Ottobre in anteprima mondiale.

Il gioco è realizzato completamente in 3D e si tratta di un’avventura con due protagonisti, Nathan Drake e il suo mentore Victor Sullivan alla ricerca della leggendaria “Atlantis of the Sands” nel bel mezzo del deserto arabo, lottando contro una sleale e losca organizzazione occulta.

La grafica è curata nei minimi dettagli ed è uno dei punti di forza del gioco, oltre alla fantastica narrazione e a delle sequenze di azione da kolossal, in un’emozionante e suggestiva azione da film del cinema di Hollywood e con una trama coinvolgente, a tratti drammatici e dal ritmo avvincente.

 

Tuncharted-3-edge-scans-1antissimi sono i personaggi che interagiranno con il protagonista, da Katerine Marlowe a Chloe Frazer e Salim, da Elena Fisher a Talbot e Charlie Cutter, in una modalità multiplayer con una connessione tra due console PS3 con la rete LAN tramite cavo ethernet che consente di giocare tra due concorrenti.

Il gioco è uscito in edizione limitata, con una Explorer Edition e una Special Edition e sul sito ufficiale della Playstation: . Playstation.com è possibile ottenere ulteriori informazioni, dettagli ed eventuali prezzi del gioco.

 

 

Clicca sul seguente video per un’anteprima del gioco.

 

 

 

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
16 novembre 2011 3 16 /11 /novembre /2011 08:20

0e2c30c35d97f3376977d4354342660f-1-3-offerte-computer-assem.jpgLa scelta del computer desktop non è mai semplice, bisogna tenere bene a mente il tipo di utilizzo e saper scegliere tra i tanti processori in commercio e con la tecnologia che si migliora continuamente. Vediamo come scegliere il computer con le migliori offerte di processori quad core.

In commercio esistono due tipologie di processori, gli Intel e gli AMD che si differenziano dalle performance e dal prezzo e spesso il processore, durante l'acquisto di un computer nuovo, è trascurato perché allettati dalle offerte del computer completo.
I computer desktop si possono assemblare, acquistando tutti i componenti e montandoli sulla scheda madre oppure si possono acquistare già assemblati o di marca (Lenovo, Sony, HP etc.), ma in questo caso con scarse possibilità di personalizzare i vari componenti nel tempo.  Segue--->

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
14 novembre 2011 1 14 /11 /novembre /2011 15:34

 Text35 Copy37  Il primo giornale gratuito online per cactus e piante succulente.

 

Con questo articolo vorrei segnalare a tutti gli appassionati di cactus e di piante succulente e in particolar modo agli amanti delle foto di piante in habitat, un'utilissima e pratica rivista online interamente gratuita e accessibile a tutti, completa di indice, introduzione, eventi, documentari e foto di piante, libri in commercio, incontri e tanto altro.

cactus explorer

 

Si tratta di una rivista aperta a tutti, con una redazione in grado di aiutarvi nella stesura di articoli, guide ed eventi succulenti, con una prospettiva di pubblicazione di quattro riviste annuali da pubblicarsi online a Febbraio, Maggio, Agosto e Novembre.

L’organizzatore della rivista è Graham Charles e il sito internet a cui potersi collegare per sfogliare la rivista digitale è il seguente:

.Cactusexplorers.org.uk

la cui unica pecca è che non esiste una traduzione in altre lingue all’infuori dell’inglese.

Al momento esistono solo due riviste da otto megabyte ciascuna, scaricabili in formato PDF e per chi volesse conoscere in anteprima l’uscita della prossima rivista può contattare direttamente Charles Graham al suo indirizzo di posta elettronica: graham.charles@btinternet.com che vi aggiungerà alla sua mailing list.

images

 

Nella prima rivista si parla, tra le altre cose, delle nuove Matucane dal Perù, di Pygmaeocereus bieblii, di Trichocereus Randallii, di Cleistocactus Colademononis, mentre nella seconda rivista si trovano interessanti succulente dell’Isola di Cedros, lo sclerocactus polyancistrus, della matucana myriacantha e del meraviglioso echinomastus johnsonii, con ben cinquantotto pagine da gustare e foto spettacolari che non si trovano tanto facilmente in giro su internet.

Io un'occhiata gliel'ho data e ho già scaricato i due files, pronti per la stampa... e voi?

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
12 novembre 2011 6 12 /11 /novembre /2011 13:52

A continuazione dell'articolo "Adoro i numeri, di Ilenia Basile", segue la mia intervista all'autrice, per un quadro completo della situazione e per dimostrarvi che si tratta di una persona come tante che ha realizzato un suo piccolo sogno nel cassetto.

 

Intervista all’autrice:

 Chi è Ilenia Basile? Presentati.

Ilenia BasileIlenia Basile, è una ragazza come tante, cresciuta a suon di libri e musica e danza e ballo, mai ferma e sempre alla scoperta e alla ricerca di nuove sfide e nuove cose e persone da conoscere. Nella vita ha rinunciato a molto, ma nonostante tutto anche in silenzio ha sempre coltivato le sue passioni. La scrittura è stata fondamentale da sempre, una valvola di sfogo per se stessa soprattutto, poi per gli altri. Ha un lavoro non semplice ma che adora e che senza il quale non saprebbe cosa altro fare anche se in quest'ultimo periodo partecipando e ideando eventi ha trovato il modo di dare spazio a un altro settore. Studia costantemente per il lavoro e per cultura personale.

Cosa ti aiuta a trovare l’ispirazione? Hai preso qualche spunto da altri poeti?

La mia ispirazione viene dalla vita quotidiana e dalle mie esperienze, non ci rifletto molto, apro un foglio word, prendo un tovagliolo o un pezzo di carta vagante e scrivo quello che sento dentro senza pensare, senza riflettere, spesso senza rileggere. Non ho un poeta di riferimento specifico, forse potrei sentirmi più vicina a Quasimodo a volte, a Ungaretti altre o Foscolo o Leopardi... nel senso che i temi, il pessimismo e l'ottimismo, le speranze e le delusioni, possono farmi pensare a uno di loro, ma non ho mai pensato di fare un paragone tra poeti, credo che la poesia nasca da dentro e ognuno la viva e la scriva a suo modo loro.

Perché hai scelto di inserire come copertina una tua foto? Cosa ti evoca quella foto?

La scelta della foto, della mia foto in copertina è nata per caso, si pensava con l'editore al mio volto da utilizzare, ho scelto questa perché era un giorno di dicembre: spiaggia, sole, mare, tranquillità, io. Io e il mio passato, il ricordo di una giornata speciale passata in quelle zone qualche mese prima e quello che ha significato per me, un Ricordo speciale che mi accompagna spesso. Ero lì, con la voglia di riscoperta di me stessa e la voglia di lasciarmi andare, di ricominciare con la certezza di farcela.

Perché proprio un titolo dedicato ai numeri se si parla di poesie?

I numeri del titolo, nonché il titolo della poesia che apre la mia raccolta, non sono causali, i numeri per me sono tutto, tanto e nulla, sono la mia passione, le mie rinunce, le mie speranze, le ricorrenze e gli anniversari da ricordare nel bene e nel male. I numeri hanno sempre fatto parte della mia vita, ho sempre amato la matematica e la ragioneria, oggi economia aziendale, il far quadrare i conti è come se volesse rappresentare il cerchio della vita e delle cose che devono combaciare sempre.

Che cosa cerchi o pensi di trasmettere a un tuo potenziale lettore?

7ca13fbb6c15519c136ba72f5da516bd Mt EtnaA un potenziale lettore cerco di trasmettere la voglia di vivere le emozioni, le rinunce, le speranze, di trasmettere una parte di me che ho sempre tenuto chiusa in una scatola, in un cassetto, in un luogo che è sempre stato solo mio. Vorrei trasmettere la voglia di imparare a conoscersi, attraverso queste emozioni che ho portato in parole, ho imparato a conoscermi meglio e a capirmi. Ho riletto in questi giorni per preparare il tutto le poesie con occhi diversi, a volte mi sono pure commossa ci ho rivisto i miei sogni e le mie illusioni, le mie incertezze e i miei errori, ho rivisto crollare certezze ma, soprattutto la voglia di ricominciare e di non demordere mai.

Consideri le tue poesie più malinconiche e nostalgiche o più ottimistiche e speranzose?

Tramonto-in-rada-su-Filicudi.jpgNon credo che possa definire le mie poesie, nel senso che la speranza sempre e comunque è una delle mie certezze e l'ottimismo è quello che cerco di acquisire ogni giorno che passa; c'è nostalgia delle persone che oggi non ci sono più, i miei angeli, c'è la malinconia di alcune cose che sarebbero potute essere e non ci sono più, la speranza e l'ottimismo, forse meno presenti, ma sono le cose che mi hanno dato forza in questo ultimo periodo insieme al valore vero dell'amicizia, degli amici veri.

Pensi a un secondo libro o ti fermerai a questo?

Il mio lavoro principale è legato ai numeri e fin quando riuscirò a fare quadrare i bilanci e il dare/avere continuerà a essere quello.
Un secondo libro non lo so, forse potrebbe arrivare, perchè ci sono poesie che sono rimaste con me ancora nel cassetto, ci sono delle cose che stanno prendendo forma nella mia mente e sulla carta, ma è tutto un punto interrogativo al quale potrò dare risposta solo e quando si concretizzeranno; per ora mi godo questo e continuo la mia quotidianità.

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
5 novembre 2011 6 05 /11 /novembre /2011 13:50

"Adoro i numeri" di Ilenia Basile

"Un'intrusa è venuta a trovare la libertà   Se l’è portata   Con un ricordo speciale"

 Conosco da circa due anni Ilenia Basile, un incontro estivo che ci ha portato a conoscerci per un lungo fine settimana, in giro per la Sicilia Occidentale, tra passeggiate, mare, monti, tra Erice e Palermo in compagnia di una persona inizialmente timida, attenta osservatrice e particolarmente silenziosa, ma con la voglia di portare al di fuori della sua mente i pensieri, i desideri, le voglie da tempo represse e accantonate in un angolo tutto suo, pronto un giorno a spiccare il volo.

Ilenia BasileHo seguito da vicino le sue vicende, le sue debolezze, i suoi sbalzi di umore contraddistinti dai suoi silenzi e dai suoi sorrisini che a volte mi infastidiscono per mancanza di spunti di dialogo, ma forse sono proprio quei silenzi a contraddistinguere Ilenia, quei numeri che si accavallano nella sua mente per unirsi, intrecciarsi e comporre nuove equazioni, nuove poesie, con risultati che invitano alla riflessione, anche per chi non conosce o non conoscerà mai di presenza la vera Ilenia.

Ho conosciuto varie fasi dei sentimenti di Ilenia, ampiamente descritte e delineate nelle sue poesie, ogni pezzetto di poesia parla di lei, passando dal suo alberello di gelsi fino allo spiccare del volo da farfalla, col suo battere delicato di ali tra una spalla e un’altra della gente amica.

Non amo leggere le poesie o quantomeno non sono uno di quelli che va in libreria alla ricerca di un libro di poesie, ma riesco a emozionarmi di fronte ad una poesia di un amico, di gente comune che cerca in qualche modo di condividere un suo particolare momento della vita, una sua esperienza, un piccolo frammento di anima a un attento osservatore.

Credo di essere stato uno dei primi amici ad avere l’onore e il piacere di leggere questo libro di poesie che per me è stata una sorpresa inaspettata, un chiaro segno di svolta nella vita di una cara amica e con trepidante attesa ho aspettato di leggerne il contenuto.

Cover Adoro i numeriSono subito rimasto impresso dalla foto in copertina, mi aspettavo di trovare qualcosa di astratto e invece, con mia grande sorpresa, ho trovato la foto di Ilenia, presa di profilo, con il suo solito sguardo perso verso qualcosa che presto scoprirò essere una sua grande fonte di ispirazione.

Mi ha colpito anche il nome che ha scelto per il libro, un titolo alquanto insolito che sinceramente non condivido, visto che si parla di poesie, ma magari sarà l’autrice stessa a spiegarcene il significato (e trovo alquanto strano parlare di un’amica come a un’autrice, ma ci farò di sicuro l’abitudine).  

 

Il contenuto:

Non è facile parlare del contenuto del libro, si tratta pur sempre di una raccolta di poesie, tutte diverse tra di loro, che non seguono un filo logico, che non hanno tanti punti in comune o di riferimento, spaziando tra  varie emozioni, tra vari sentimenti a volte contrastanti.

Ho trovato parecchio di mio in questa raccolta, a partire dalla mia Sicilia, con il suo mare e i suoi colori, presente in diverse poesie, il volo dei gabbiani visto dalle spiagge, quel vento caldo che soffia spesso nella mia terra, i faraglioni che l’autrice chiama “scogli alti”, di Etna con la sua lava paragonata alla linfa della vita.

7ca13fbb6c15519c136ba72f5da516bd_Mt_Etna.jpgOvviamente non si parla solo di Sicilia tra le poesie, ma di eventi atmosferici, di mare in tempesta, di pioggia, di neve, con il suo piccolo fiocco bianco, del sole, sinonimo di rinascita, di un giorno nuovo, di speranze, le nubi, la natura che con i suoi eventi influisce sull’animo umano alterandone l’umore.

E’ piacevole leggere le opinioni e cercare di intuire cosa passa per la mente dell’autrice, cercare di capire i suoi stati d’animo e farli propri, identificarsi con quelle parole, con quegli spezzoni di vita, di pensiero che in poche righe riassumono delle sensazioni più o meno gradevoli.

Non mancano poesie che parlano di luce, di colore, di musica, ma anche di buio, di grigio, di silenzi, di sole e di luna, in un alternarsi di stati d’animo sempre diversi, sempre discontinui, poesie che parlano di desideri, di speranze per un mondo migliore, di sogni ma anche poesie che parlano di bambini:

 

Se imparassimo a vedere tutto attraverso gli occhi di un bimbo riusciremmo a capire che non c’è nulla di cui aver timore, tutto ha un senso, tutto ha una logica e il nostro cuore la nostra anima è lì ad accettare ciò che la vita ci pone

In definitiva penso che non sia una semplice raccolta di poesie buttate lì per caso, per fare numero, ma analizzando le poesie, la loro successione, il loro continuo intercalare di elementi, di numeri, si ottiene un qualcosa di armonioso; non sono poesie da leggere tutte d’un fiato, la mente si stancherebbe presto e non si riescono ad assimilare per bene i vari bit che l’autrice cerca di trasmetterci.

CiesseLogoForse non sono la persona adatta per commentare delle poesie, ma posso di certo dirvi che ho apprezzato tantissimo diverse poesie e non posso negare che a volte ho sentito dei brividi attraversare la schiena, delle piacevoli emozioni e sensazioni che non sono facili da provare per gente spinosa come me.

Ulteriori informazioni:

Editore: CIESSE Edizioni

Genere: Raccolta di poesie

Collana: BLUE

Anno: 2010

Pagine: 84

Versioni: Libro, eBook

ISBN Libro: 9788897277422

ISBN eBook: 9788897277491

 

Prezzo del libro: Euro 8,20

prezzo dell'e-Book: Euro 4,10

Sito internet: .Ciessedizioni.it/adoroinumeri.html


Sul sito internet ci sono, oltre a queste informazioni da me riportate, anche un’anteprima realizzata in PDF, con possibilità di scaricarlo e leggerne una breve biografia, una bellissima prefazione di Enzo Ruta e qualche sua poesia, una delle quali è quella che più mi è piaciuta. 

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento
28 ottobre 2011 5 28 /10 /ottobre /2011 11:17

  scritta-sport-story

Notizie e informazioni sul mondo dello sport internet è strapieno, con interi siti dedicati a sportivi, squadre, società, ma anche portali dedicati allo sport in generale, ma un portale dedicato esclusivamente alla letteratura e alla cultura sportiva ancora non si era visto in Italia.

sportstory fb tagliatoSport Story è nato proprio per questo, un progetto molto ambizioso di due giovani giornaliste, Fabiola Rieti e Sara Sbaffi (all’interno del sito è possibile leggere la loro biografia) che hanno messo su un sito “made in Italy” su cui pubblicare le recensioni dei libri dedicati esclusivamente agli sportivi e al mondo dello sport in generale, con tante interessantissime interviste ad autori dei libri e ai protagonisti.

 

Il sito prevede anche la possibilità di pubblicare la propria storia sportiva, per cui si ha la possibilità di partecipare attivamente al progetto attraverso il contatto diretto con la redazione che sarà ben lieta di accogliere le vostre idee e trasformarle in una bella pagina web online.

 Il sito è sobrio, elegante e facile da aprire, senza troppi fronzoli, video o pubblicità che appesantiscono le pagine inutilmente ed è caratterizzato da una semplicità di navigazione e di visualizzazione che invogliano il navigatore a tornare nuovamente.

 

sportstory2La home page è articolata come un vero e proprio blog, con le anteprime degli articoli recensiti e, qualora si è interessati ad approfondire, si può continuare a leggere l’articolo in un’altra pagina, con la possibilità di lasciare eventuali commenti. Tra i tanti articoli presenti, in continuo aumento e da non perdere troviamo “The Best”, la recensione sul campione di calcio del Manchester United George Best, una recensione sul libro dedicato all’indimenticabile Marco Pantani, “Il campione fuori norma”, un saluto particolare a Marco Simoncelli, il campione di motociclismo che ci ha lasciato da poco.

Tra le storie di sport troviamo quella di Geovana Clea, la moglie di Eddy Ratti che ha raccontato la storia del marito coinvolto in uno scandalo doping nel ciclismo, ma presto ne troveremo tanti altri dedicati ai vari sportivi, dal calcio al nuoto, dal motociclismo al ciclismo e così via.

 

sportstory1Il sito è in continua crescita, è stato creato da poco, ma vanta già numerosi articoli di alto pregio e tantissime visite e interviste, tra le quali sono degne di nota quelle a Nicola Roggero e a Gianpaolo Ormezzano, ex direttore di Tuttosport, ma con in cantiere molte altre interviste a personaggi importanti.

Inoltre si ha la possibilità di iscriversi alla loro newsletter e ricevere gli aggiornamenti in tempo reale di nuovi articoli pubblicati; insomma, di carne al fuoco ce n’è tanta e le due giornaliste non mancheranno di stupirci.

 

L’indirizzo internet del sito è il seguente: .Sportstory.it

mentre gli indirizzi email della redazione e per raccontare la propria storia sono:

redazione@sportstory.it

latuastoria@sportstory.it

 

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Informatica e comunicazioni
scrivi un commento