Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

8 maggio 2011 7 08 /05 /maggio /2011 22:55

Pane e panelle, prodotto tipico siciliano. Cosa sono e come preparare le panelle.

Uno dei prodotti tipici ed esclusivi della Sicilia e, in particolar modo, di Palermo e provincia sono le panelle, delle fettine sottilissime di farina di ceci di forma rettangolare o rotonda, fritte nell'olio bollente e mangiate in mezzo ad un panino, ma si possono mangiare anche senza il pane e hanno un sapore unico e delizioso.

Inventate dagli arabi, attorno al decimo secolo, sono diventate un cibo veloce di strada e si possono acquistare in una delle tante friggitorie del palermitano, o vendute da bizzarri venditori ambulanti (i classici "panellari") o nei ristoranti e nelle pizzerie, serviti come antipasto caldo assieme alle crocchette di patate, alle patatine fritte, alle olive ascolane e alle mozzarelline fritte.

Per ottenere le panelle è necessario avere i seguenti ingredienti:

Un pacco di farina di ceci (di solito è da 500 grammi);

una bottiglia da un litro e mezzo di acqua;

un mazzetto di prezzemolo;

sale e pepe;

olio di semi.

Per la preparazione far cuocere a fuoco basso la farina di ceci con acqua, sale e pepe mescolando continuamente per evitare i grumi fino ad ottenere un impasto morbido e compatto a cui va aggiunto il prezzemolo tritato pochi minuti prima di interrompere la cottura.

Con un cucchiaio di legno, possibilmente lo stesso con cui va mescolato l'impasto, spalmare uno strato di composto su dei piatti piani (alcuni usano delle apposite formine), lasciare raffreddare e tagliare a rettangoli, ottenendo delle fette da friggere nell'olio bollente.

La frittura dura pochi minuti, giusto il tempo di farle diventare dorate, e una volta scolate si possono deporre nel piatto con della carta assorbente; è preferibile mangiarle calde, per cui vanno lasciate pochi attimi sulla carta e inserite in mezzo al panino.

Molti preferiscono spremere un pochino di limone e aggiungere ancora sale e pepe in base ai propri gusti oppure non aggiungono il prezzemolo nelle panelle, sostituendolo con della menta, ma le tradizionali sono con il prezzemolo.

Il risultato finale è un bel panino (possibilmente di quelli siciliani con il sesamo e molta mollica che va rimossa per mettere più panelle) gustoso e delizioso, anche se è preferibile non abusarne perché è sempre un cibo fritto.

Happy meal.

Condividi post

Repost 0
Published by Rosario - in Salute e benessere
scrivi un commento

commenti