Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

8 ottobre 2011 6 08 /10 /ottobre /2011 11:37

<<O’Scià - nessun uomo è un'isola, ogni respiro è un uomo.>>

Anche per quest’anno si è ripetuto il festival musicale, artistico e culturale organizzato da Claudio Baglioni nella bellissima isola di Lampedusa, O’Scià, una manifestazione che ogni volta rischia di non esserci a causa dei soliti problemi economici e logistici e in particolare quest’anno per la serie di sbarchi e di eventi poco piacevoli accaduti nell’isola pochi giorni prima della manifestazione.

La parola O'scià (pronunciata dai lampedusani come o’cià) nel dialetto lampedusano significa "fiato mio", "o mio respiro", un vezzeggiativo che evoca dolcezza, e nello stesso tempo speranza e usato da tutti i lampedusani come saluto affettuoso tra amici e persone cui si vuole bene. 

 

Claudio Baglioni ha fatto suo questo termine e l’ha trasformato nell’acronimo di Odori, Suoni, Colori, Isole d'Altomare e dal 2003 ha realizzato, assieme all'amministrazione comunale di Lampedusa e successivamente alla Fondazione O'scià, un evento musicale che ogni anno vede presenti molte stelle della musica italiana e internazionale e tantissimi artisti di grande fama che si alternano sull’enorme palco allestito nella spiaggia della Guitgia e accessibile a tutti.

locandina-oscià-2011-715x1024

O'scià non è solo musica, arte e teatro, infatti, come ha detto Claudio Baglioni, questa manifestazione è:

 

<< un respiro per i diritti umani, una speranza per chi sta per arrivare. O' Scià, come un saluto, un fiato dentro il fiato per un dono, per un progetto, per la libertà, fiato dentro il fiato attraverso parole e musica. >>

 

Lampedusa, splendida isola delle Pelagie, al centro del mediterraneo è ricordata da molti per gli innumerevoli sbarchi dei clandestini, e concordo con quanto scritto da Baglioni:

 

<<Partendo da quella frase bella che"nessun uomo è un'isola" e che "ogni respiro è un uomo", io vorrei tanto che le Pelagie diventassero le isole di tutti, le isole dell'incontro.

Vorrei che questo simbolo diventasse gonfio di positività e gonfio anche di progetto, proprio d'architettura della vita.

E allora O' Scià può diventare veramente unione di respiri, di fiati, affinché il mondo abbia un vento nuovo, insomma affinché il vento sia positivo.>>

 

L’ ufficialità dell’evento e delle date si è avuta con largo ritardo, visti anche i problemi con i voli aerei per i collegamenti tra le principali città italiane e l‘isola, ma alla fine tutto è andato per il meglio e con grande sorpresa la manifestazione si è ripetuta come lo scorso anno con ben cinque serate.

L’attesa per conoscere gli ospiti è stata ancora più lunga, fino a poche settimane prima dell’evento si avevano solo delle supposizioni, tutte di alto livello, ma non confermate, ma in questi casi l’importante è esserci, essere presenti sull’isola per assistere a qualcosa di unico ed eccezionale, come d’altronde si è rivelato, con oltre cinquanta artisti presenti.

Prenoto il biglietto con un giorno di anticipo rispetto alla manifestazione con l’intenzione di approfittare del bel tempo lampedusano (e già, in quel periodo sembra che a Lampedusa l’estate non voglia lasciare il posto all’autunno) per rilassarmi sulle limpide acque dell’isola dei Conigli e per riprendere l’abbronzatura persa.

Lasciata la Sicilia con un tempaccio grigio e buio, sono arrivato con l’aereo sull’isola con uno dei tramonti più belli che si possono ammirare e una ventata di aria calda mi ha strappato un sorriso e un senso di rilassatezza e di energia vitale persa da un’estate alquanto piatta.

Giusto il tempo di posare il trolley e prendere il motorino e sono subito nella movida lampedusana, fatta di piccole ma semplici cose, quasi ripetitive, gli stessi locali, gli stessi negozietti, visi che rivedo con piacere ogni estate, gente del posto con la faccia bruciata dal sole, con lo sguardo vivo, con la speranza che O’Scià per loro possa durare tutto l’inverno triste e noioso, ma con la consapevolezza che tra pochi giorni tutti andranno via, lasciandoli soli per un bel po’.

oscia 2001 044oscia 2001 102

Ognuna delle cinque serate è stata ricca di emozioni, d’incontri, di risate e di belle parole che lasciano a tutti la speranza di un futuro migliore per tutti, lampedusani e non, con artisti sempre pronti a strappare un sorriso, a emozionare con le loro canzoni.

Lampedusa è anche conosciuta per i suoi paesaggi aridi, rustici, fatti da coste frastagliate, calette meravigliose e piccoli dammusi che si possono ammirare lungo il percorso che porta dal paese all’Isola dei Conigli e apprezzare per la loro semplicità.

oscia 2001 493oscia 2001 495

L’isola dei conigli, è a meno di dieci minuti di motorino dal centro abitato e la spiaggia è raggiungibile a piedi e caratterizzata da una sabbia finissima e con aree delimitate per la presenza delle uova depositate dalla caretta caretta e protette dai volontari della Lega Ambiente che vigilano la riserva affinché tutto possa rimanere pulito e intatto. 

Descrivere il colore dell’acqua è un’impresa impossibile, sfumature impressionanti di azzurro e celeste (le foto forse riescono a rendere una giustizia parziale alla bellezza del mare dell’isola, ma bisogna costatare con i propri occhi), acqua frizzantina, ma piacevolissima e tanti pesci che nuotano al tuo fianco, sicuri del tuo rispetto verso di loro. 

Il bello della manifestazione comprende anche le prove che si svolgono dalle 15 del pomeriggio fino alle 19 di sera sul palco, a tratti anche più divertenti del concerto di per se perché spesso si svolgono scene carine e gli artisti interagiscono con il pubblico in un’atmosfera spensierata e più naturale.

Ad aprire la serata, come da tradizione, l’ormai immancabile Antoine Michel, un perfetto sconosciuto a molti, ma un simpatico e particolare ristoratore e cantautore per passione che rallegra e fa ballare un po’ tutti con le sue canzoni divertenti e orecchiabili.

Gli artisti presenti sul palco di questa edizione sono stati oltre cinquanta, con nomi del calibro di Zucchero, Pino Daniele, Mario Biondi, Luca Carboni, Max Pezzali, Patty Pravo, Edoardo Bennato, i Pooh, la Pfm, Giuliano Palma ma anche con artisti vincitori negli anni di Amici come Alessandra Amoroso ed Emma Marrone, comici come Sasà Salvaggio, Pablo e Pedro, Greg e Lillo, Alessandro Siani, Panariello e una serie di “madrine” che hanno aiutato Baglioni come Paola Saluzzi, Ilaria Moscato e Ramona Badescu.

oscia 2001 117oscia 2001 353

Tanti altri artisti, per problemi di salute o per imprevisti lavorativi non hanno potuto accettare all’ultimo minuto l’invito di Baglioni, tra cui Renato Zero, Luciano Ligabue, Fiorella Mannoia, Massimo Ranieri, Ron e tanti altri, ma sono stati, nel possibile, sostituiti da altri artisti in maniera egregia, con la speranza che si presentino nella prossima edizione che ormai è diventato un evento unico e inimitabile.

 

Come raccolti attorno ad un falò, senza differenze di razza, cultura o provenienza, ma tutti lampedusani acquisiti, uniti ad ascoltare il lento spegnersi dell’acqua del mare sulla battigia, a osservare il cielo pieno di stelle a fare da cornice a uno show fatto da grandi prestigiatori, maghi e fate che con la loro voce, le loro parole, i loro gesti, gli sguardi e con la loro voglia di stupire hanno condiviso con tutti i presenti serate indimenticabili e memorabili in un’atmosfera quasi surreale e da sogno.      

 

Per l’elenco completo dei partecipanti o per visionare le manifestazioni precedenti, gli eventi e una serie di foto, video e informazioni generali su O’scià si possono consultare il sito ufficiale della Fondazione O’scià che organizza la manifestazione e tantissimi siti che si possono trovare mediante ricerche su internet, tra cui:

.Fondazioneoscia.org

.Lampedusa35.com

.Doremifasol.org

 

<<O’scià, il Vento di un Respiro ci porterà vicino.>>

 

Condividi post

Repost 0
Published by Rosario - in Viaggi
scrivi un commento

commenti

manu 07/12/2012 22:26

che bella manifestazione e suggestiva sicuramente visto il panorama...e poi se come organizzatore c'era Baglioni è una sicurezza, mi è capitato di vedere alcuni dei suoi concerti e riesce a
tramutarli sempre in veri e propri spettacoli.

Rosario (ilrepungente) 07/12/2012 23:14



Speriamo che anche quest'anno si ripeta.....