Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

7 ottobre 2011 5 07 /10 /ottobre /2011 09:39

Dare una descrizione generale di una lithops è un'impresa davvero ardua, vista la molteplicità di forme, disegni, colori e fiori.
Le lithops sono un gruppo di piante succulente estremamente variabili ed esclusive della parte meridionale del continente africano, appartenenti alla famiglia delle mesembriantemacee, ma che con le dovute attenzioni, si possono coltivare in qualunque parte del mondo con ottimi risultati.
Per linee generali si tratta di due facce generalmente simmetriche e rotonde o ellittiche, separate da una fessura che può essere più o meno aperta ed evidente, la cui superficie è caratterizzata da linee o trattini (dette rubricazioni) o da puntini più o meno concentrati e con colorazioni diverse.
La pianta, se coltivata con i giusti metodi, al tatto risulta dura e soda mentre quando è morbida o con delle grinze sulla superficie laterale significa che ha bisogno di acqua o è in fase di muta e va lasciata vegetare senza alcun altro ausilio.

lith5
Infatti, la muta è un'altro degli aspetti tipici che caratterizzano queste piante e proprio come i serpenti che cambiano pelle, il loro tessuto si disidrata e le foglie (entrambe le facce della lithops) muoiono a favore di uno o più figli che si nutriranno nel primo stadio direttamente dalla parte succulenta della pianta madre.

In natura le lithops le troviamo in Namibia, in Botswana e in Sud Africa, in particolare nelle regioni montane e pietrose, sopratutto in presenza di zone ricche di quarzo e con terricci prevalentemente misti con pietre, sabbia e particolarmente aridi.

 

Particolare e affascinante è il fiore che sboccia in autunno (o in tarda estate per alcune specie) il cui colore varia dal bianco candido al giallo e con alcuni fiori caratterizzati da entrambi i colori.
Per dare un'idea si può accostare la forma del fiore ad una margherita, con un'ampiezza più o meno proporzionata alle dimensioni della pianta e a volte profumano intensamente,
probabilmente in base alla temperatura o all'umidità dell'aria esterna.
Dai fiori, opportunamente impollinati dagli insetti o manualmente dall'uomo attraverso un pennellino, nasce e si sviluppa una capsula seminifera che si apre a contatto con le gocce d'acqua, rilasciando i semi che spesso sono numerosi.

lith3
Solitamente i semi che si raccolgono vanno conservati in luogo asciutto per almeno un anno prima di seminarli poiché meno sono freschi e più alta è la probabilità che germinano, diversamente dalla maggior parte dei semi di cactacee o di altre piante.
Per seminarli basta spargerli in superficie in un vasetto contenente terriccio setacciato finemente con inerti quali lapillo, pomice o brecciolino e con il terreno umido germinano dopo appena tre, quattro giorni.

Un'altra caratteristica delle lithops è il mimetismo, infatti, sono spesso definite " piante mimetiche" per la difficoltà ad individuarle nel loro habitat naturale e purtroppo facilmente calpestabili dagli animali e dall’uomo.
In natura un metodo efficace per individuarle e scovarle è quello di mettersi in ginocchio e "sintonizzare" gli occhi per metterle a fuoco; basta avvistarne una o capirne la tecnica che all'improvviso spuntano come quei quadri che fissandoli mostrano una figura nascosta.

lith2

La coltivazione delle lithops:

Coltivare le lithops non è così semplice come coltivare le piante grasse, ma richiede un po' più di impegno e di attenzioni; infatti, molto spesso, si rinuncia a coltivarle perché con i primi tentativi le piante muoiono e si preferisce evitare di coltivarle perché si pensa che siano soggette a morte istantanea senza spiegazioni, quando in realtà si sbaglia a coltivarle.

Come tutte le piante grasse le lithops amano il sole, ma è importante abituarle gradualmente per evitare scottature, proprio come per l’essere umano ed evitare luoghi umidi e poco arieggiati.

Il consiglio è di acquistare sempre le piante da vivaisti specializzati, appurando che non siano piante coltivate in piena torba, ma in un terriccio ben drenante, per evitare che la torba soffochi con il tempo le radici, provocando la morte della pianta stessa in breve tempo.

lith1 

La semina:

Le soddisfazioni maggiori si hanno (così come per tutti gli altri tipi di piante) coltivando le lithops da seme, in modo da avere una collezione completa con spese decisamente irrisorie (rispetto al doverle acquistare una per una) e con un buon numero di piante sane e robuste perché si adattano più facilmente ai nostri errori sin da piccole.
La semina è effettuata prevalentemente in autunno, anche se si può seminare a inizio primavera e i semi germinano ad una temperatura compresa tra i 22 e i 28°C grazie a una buona illuminazione e mai in pieno sole (si rischierebbe di bruciare le giovani plantule).
Il vaso è molto importante poiché le piante adulte formano radici di circa dieci o dodici centimetri e devono avere dei fori di drenaggio per l'acqua in eccesso, onde evitare pericolosi ristagni.
L'irrigazione si può effettuare dall'alto o dal basso e il consiglio è di osservare la pianta; è lei stessa a farci capire se ha bisogno o meno d'acqua, in base al suo aspetto più o meno raggrinzito.
Da evitare assolutamente l'acqua in fase di muta perchè la pianta si nutre dei suoi stessi tessuti e marcirebbe improvvisamente; la qualità dell'acqua è indifferente (da rubinetto o piovana), anche se è necessario fare attenzione alla quantità che deve essere né troppa né troppo poca, ma si impara con l'esperienza a riconoscere il loro stato di salute e la necessità di cibo in base allo stato dei tessuti della pianta.

 

Dove acquistare:

Le lithops si possono acquistare nei vivai specializzati di zona o su internet, in uno dei tantissimi siti di aziende che offrono cataloghi completi di foto e informazioni dettagliate sui luoghi di origine e su eventuali field number che servono per identificare univocamente la provenienza della pianta o dei semi raccolti. I prezzi variano in base al tipo di pianta, alle sue dimensioni, dal tipo di crescita e alla difficoltà nel coltivarla, per cui si possono trovare lithops con prezzi che vanno da un euro fino ai sei euro per singola pianta delle stesse dimensioni.

Tra i tantissimi rivenditori di semi e piante online troviamo:

- .Semilandia.it

- .Koehres-kaktus.de

- .Milenaudisio.it
- .
Cactus-art.biz

 

 

lith4

Condividi post

Repost 0
Published by Rosario - in Flora e Botanica
scrivi un commento

commenti

serena 03/03/2017 23:51

salve! sono Serena, scsate se m'intrometto ma essendo una grande appasionata di piante grasse vi ho trovato per caso, donna di 48 anni disabile dalla nascita, (ecco mia foto) costretta alla sedia a rotelle. la mia grandissima passione sono le piante grasse, più strane sono meglio è .. basta che faccian fiori, mi piace aspettare che arrivi il fiore.. vivo al 4 p. ed ho una casa grade e calda, luminosa, io ho sempre freddo. la mia casa ha un balcone di 6 m x 1 m circa ma d'inverno è freddo e d'estate e caldissimo. ho problemi economi, nn lavorando e vivendo di pensione, vi chieto: nn è che qualcuno mi può regalare una foglia o un figlio delle vostre stupende piante? specialmente lithops.. capisco, che si è gelosi delle proprie piante e alcune sono da collezzione, nn voglio rovinare nulla ma.. chi volesse e chi potesse ve ne sarei grata.
Serena