Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

12 febbraio 2012 7 12 /02 /febbraio /2012 17:12

john grishamTempo fa ho avuto il piacere di confrontarmi con un caro amico sulla letteratura e in particolare sui grandi scrittori di romanzi stranieri, uno dei quali è proprio John Grisham, conosciuto per i suoi superbi romanzi il cui argomento principale è il legal thriller. 
Parlando con lui mi ha consigliato di leggere "Innocente, una storia vera" e ho seguito il suo consiglio, documentandomi anche sul web per capire cosa ne pensava la gente di questo romanzo insolito e atipico. 
Ho letto alcuni dei commenti di blogger e semplici lettori e mi rendo conto che il libro di cui sto per parlarvi è così particolare che può piacere oppure no, ma si tratta pur sempre di una storia realmente accaduta. 
Quando ho cominciato a leggere il libro, sono stato tentato più volte di abbandonare la lettura, vista la lentezza iniziale e la descrizione, a mio avviso troppo particolareggiata, della vita di uno dei protagonisti del libro, ma scorrendo le pagine mi sono pian piano appassionato alla lettura e innamorato della storia a tal punto da finire un libro, di oltre trecento pagine, in brevissimo tempo. 

La trama: 
innocenteIn una cittadina dell'Oklahoma è stata uccisa una giovane ragazza, ritrovata da un'amica nuda, coperta di sangue e con parole scritte sul corpo e sui muri con il ketchup.

Il paese, Ada, è tranquillo, dove tutti gli abitanti si conoscono e la polizia è impreparata a un evento simile e il caso resta irrisolto per cinque anni, fino a quando non decidono di incriminare un ragazzo del paese per i suoi comportamenti strani. 
Tratto da una storia vera il nostro protagonista principale è un promettente giocatore di baseball, Ron Williamson, che a causa di un infortunio a un braccio, a dei lavori sempre instabili e a un divorzio, passa all'alcol e alla droga, cominciando ad avere segni di squilibrio. 

È arrestato diverse volte e i cittadini lo guardano con sospetto e timore al punto da essere incriminato per l'assassinio brutale avvenuto; entra ed esce da centri di cura e si ritrova al centro di un processo assurdo che lo porterà dritto al braccio della morte.
A complicare le cose c'è la difesa dell'imputato da parte di un avvocato non vedente il cui unico assistente in grado di leggere per lui e osservare foto, prove e documentazioni, si dimette per partecipare a un altro processo. 
L'avvocato, nonostante sia bravo, non ha intenzione di perdere tempo in una causa in cui non è nemmeno pagato. 

"La legge non è più uguale per tutti ove per motivi economici all'imputato sia preclusa una 
partecipazione significativa a un procedimento giudiziario in cui rischia di perder la libertà." 

Alla storia di Ron Williamson in contemporanea nel romanzo si parla di un altro omicidio che sconvolge il paese e altri due uomini sono arrestati, processati e mandati al braccio della morte sempre ingiustamente, subendo parallelamente le ingiustizie di Williamson. 
Non vado oltre con la trama, per non rivelare informazioni importanti e per darvi la possibilità di assaporare il libro con il giusto entusiasmo e la passione che ha preso me dopo la lettura iniziale. 

Le mie impressioni: 
john grishamImpotenza, rabbia, senso di frustrazione e pietà sono prevalsi tra i miei sentimenti durante la lettura di questa storia che mi ha lasciato molto amaro in bocca e mi ha fatto riflettere parecchio. 
Grisham, il maestro dei legal thriller, dei romanzi ambientati in aule di tribunale, commentando il processo ci fornisce una serie di suoi pareri e informazioni aggiuntive sulle modalità in cui si svolgono il processo, le indagini, il controinterrogatorio, e su tutta quella serie di menzogne dette e non giudicate tali in fase dell'interrogatorio dei vari testimoni. 
Sapere che un innocente può essere giustiziato per errori commessi dal sistema è qualcosa di terrificante che non dovrebbe esistere, così come non trovo giusta la pena di morte per criminali incalliti, reputandola una violazione dei diritti umani fondamentali, che non può offrire alcun contributo costruttivo agli sforzi della società nella lotta contro il crimine violento ed è priva di effetto deterrente. La pena di morte viola il diritto alla vita, è irrevocabile e può essere inflitta a innocenti, ma sono favorevole a una mirata e giusta rieducazione per dare a tutti un'altra possibilità. 

L'autore: 
grishamDopo Ken Follet, ritengo John Grisham uno dei migliori autori di romanzi thriller che ho letto, e ho sempre alternato gli avvincenti scritti di Follet con le storie di tribunale del maestro Grisham. 
Autore di numerosissimi libri, è definito il padre del legal thriller, genere nel quale suspense, emozioni e intrighi si uniscono al mondo legale.

Dagli avvocati ai giudici, dai tribunali sino alla camera dei giurati Grisham descrive con particolare cura le procedure legali evitando di apparire troppo tecnico per una lettura anche ai neofiti. 
Da "Il Socio" a "L'Appello" per poi passare a "Il Cliente", sono moltissimi i libri di Grisham che sono poi diventati le storie di bellissimi film, con grandi successi anche nel mondo cinematografico. 

Condividi post

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Libri e letteratura
scrivi un commento

commenti

Antonella 02/14/2012 18:43

Lo sta leggendo la mia dolce metà che è talmente coinvolto e preso dalla lettura che ogni volta gli dispiace interrompere...penso che lo leggerò!^_^

Rosario (ilrepungente) 02/14/2012 18:44



Grazie mille per il passaggio Anto. :D



monica c. 02/13/2012 19:49

Oh, quanto mi piace.... praticamente li ho letti tutti

Rosario (ilrepungente) 02/13/2012 19:55



Anche iooooo. :D



Tiziana 02/13/2012 18:35

Fa un po' impressione il fatto che la vicenda sia tratta da una storia vera, proprio per questo merita ancor più la lettura.

Rosario (ilrepungente) 02/13/2012 18:44



Condivido il tuo pensiero Tiziana. :D



Cristina 02/13/2012 18:23

mi hai convinta

Mara 02/13/2012 13:02

Hai perfettamente ragione, gli errori umani ci sono e anche spesso, ricordiamoci di "Sacco e Vanzetti"...quindi non condivido la pena di morte, nel rispetto dell'essere umanno e del possibile
errore giudiziario.