Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

8 novembre 2011 2 08 /11 /novembre /2011 14:35

 Il re dei funghi, il porcino.

1311583065 porcinoVisto che siamo ancora in un periodo ottimale per la ricerca dei funghi, oggi volevo parlarvi dei tanto ambiti e ricercati funghi porcini, appartenenti al genere Boletus, caratterizzato dalle grandi dimensioni, dal profumo unico e intenso, dal prezzo sul mercato che spesso è rilevante (e per ovvie ragioni) e da una forma che lo differenzia da tantissimi altri funghi in circolazione.

Il boletus è tra i funghi più famosi in circolazione e tra i più apprezzati, facile da riconoscere per la sua forma tozza e compatta, per il suo cappello carnoso e tondeggiante che può raggiungere anche i trenta centimetri di diametro e per il gambo cilindrico ma con una forma più piena e ingrossata verso la base ed è anch’esso carnoso e robusto, di colore bianco o tendente al nocciola.

 

fotoalbum 220207114635 dscf0284La parte inferiore del cappello è spugnosa e di colore bianco per i funghi giovani, mentre tendente giallo e successivamente al verde per quelli più vecchi e non è facile distinguerli perché si mimetizzano facilmente o crescono in punti non facilmente individuabili a distanza, per cui occorre un occhio esperto e allenato per riconoscerli e individuarli.

I porcini crescono nei sottoboschi e nei boschi di conifere e latifoglie, ad esempio le querce, i castagni, i faggi, i pini e gli abeti e crescono nei periodi primaverili e dopo l’estate, quando ci sono le prime piogge (solitamente a settembre, ottobre e i primi di novembre), per terminare quando comincia a fare freddo.

 

fotoalbum 241209191527 fungo031freddo13ott2005Tra le tante varietà di funghi porcini troviamo l’edulis, l’aereus (porcino nero), l’aestivalis (il porcino estivo), il pinophilus, il granulatus (granuloso), il badius (bruno), lo scaber (porcinello) e il bovinus, ognuno con caratteristiche diverse (forma, dimensione, luogo e periodo di crescita, tipo di bosco etc.) che lo contraddistinguono dagli altri.

Tra questi tipi di porcino la varietà Aereus o porcino nero è quello più pregiato, dal colore bronzeo e lo si può trovare nei boschi di conifere e in molte zone italiane, ma non in tutte ed è uno dei funghi più ricercati e apprezzati dai ricercatori e dai buongustai.

SANY0036~3I porcini non sono facilmente coltivabili perché occorre trovare un ambiente ideale affinché riescano a crescere, non basta solo impiantare il micelio, ma si devono soddisfare tanti requisiti, tra cui il terriccio, l’umidità e la temperatura ideale per cui la sua coltivazione è destinata ad un’elite che è in grado di riprodurre questo tipo di ecosistema.

normal 226-2604 IMGI porcini si possono mangiare in svariati modi, crudi a insalata, tagliandoli a lamelle sottili e condite con un filo di olio di oliva, scaglie di grana, un pizzico di sale e pepe ed eventualmente un po’ di rucola, oppure trifolati, con la pasta, nella pizza, come contorno per condire arrosti o secondi piatti oppure preparando il classico risotto con i funghi. Il modo migliore per mangiarli è senz’altro quello a crudo, perché in questa maniera il sapore del fungo viene esaltato, ma non piace a tutti il suo sapore intenso.

 

E’ importante sottolineare che:

“La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l'assoluta certezza della loro commestibilità.”

 

fungo-porcinoInoltre, la raccolta deve avvenire previo rilascio del patentino da parte di un ente certificatore e al momento della raccolta occorre utilizzare un coltellino per rimuovere la parte terminale del gambo, in modo da rilasciare le spore per future riproduzioni dei funghi e un panierino al posto del sacchetto di plastica per trasportare gli eventuali funghi raccolti in giro per il bosco.

Condividi post

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Giardino ed Esterni
scrivi un commento

commenti

francesca mungo 11/09/2011 20:06


ottima opi... come sempre


lisanna 11/09/2011 09:05


sarà pure il re dei funghi, ma a me non piace tanto :D


Rosario (ilrepungente) 11/09/2011 09:10



Ecco le eccezioni...:D



Laura 11/09/2011 08:47


E cercarli non vado, però li mangio :-)


Rosario (ilrepungente) 11/09/2011 08:48



chissà perchè....non avevo alcun dubbio....:P