Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • Blog di cactus, acquisti, news e molto altro...
  • : Blog con consigli pratici, sport e attrezzature sportive, ricette siciliane, consigli per gli acquisti, notizie di attualità, eventi, sagre, fiere, feste regionali e una sezione dedicata al mondo dei cactus, alla loro coltivazione e tante altre curiosità e informazioni utili.
  • Contatti

Profilo

  • Rosario (ilrepungente)
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.
  • Impiegato informatico e folle appassionato di cactus, delle loro spine, dei fiori, delle loro forme, ma anche di succulente e di piante in generale. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, la musica, i viaggi, il cinema, ma tante altre ancora.

Seguimi su Twitter

Logo-Twittergrey

Cerca

8 novembre 2011 2 08 /11 /novembre /2011 08:25

Gli echinocactus, una specie particolare

altre fioriture 049 (Large)Un’altra particolare famiglia di cactus è rappresentata dagli echinocactus, delle piante appartenenti alla famiglia delle Cactaceae che crescono nei deserti del Messico del Nord e degli Stati Uniti sudoccidentali e caratterizzate da spine forti e un corpo che può raggiungere diametri enormi.

Sono piante che crescono abbastanza velocemente in piena terra, coltivate in buona parte del Mediterraneo (la cui temperatura minima non scende troppo spesso al di sotto di circa cinque gradi centigradi) e amanti del pieno sole, anche se in estate non disdegnano una protezione dai raggi diretti del sole, tant’è che gli esemplari esposti al sole tutto il giorno sviluppano delle spine fitte e più lunghe della media, per proteggere il corpo centrale che è facile a scottature.

Echinocactus grusonii f. alba

 

A rappresentare la specie è l’echinocactus grusonii, un cactus originario del Messico (stati di Queretaro, San Luis Potosi e Zacatecas) e chiamato anche “cuscino della suocera”, “poltrona della suocera” o “palla d’oro”, per via della sua forma globosa e per le spine dorate, capaci di raggiungere in natura o in piena terra diametri di oltre novanta centimetri.

 

intermedioEsistono varie specie di grusonii, che si contraddistinguono per la dimensione delle spine, la loro forma e il colore, infatti, esistono grusonii nella variante albispina, con spine bianche, nella forma intermedius (spine di dimensione medio corta), brevispinus (spine piccolissime), inermis (senza spine o minuscole), setispinus (spine sottili), tortulispinus (spine contorte) e varie forme crestate.

Tra gli altri echinocactus troviamo l’horizonthalonius, l’ingens, il parryi, il platyacanthus, il polycephalus e il texensis, ognuno con caratteristiche, forme e dimensioni che li differenziano dagli altri della stessa specie.

In particolare l’echinocactus polycephalus e il parryi sono molto rari in natura, sono di difficile coltivazione e hanno una crescita lentissima, per cui è difficile trovarli nei vivai specializzati e hanno prezzi elevatissimi rispetto ad altri tipi di cactus, ma la bellezza e la particolarità delle piante merita sicuramente un acquisto da parte dei coltivatori più esperti.

25006 1433154593571 1374107441 1147492 3828961 nLa fioritura di queste piante avviene in estate e, per i grusonii in particolare, quando raggiungono i venticinque o trent’anni di età, con fiori piccoli e gialli che sbucano dalla parte superiore della pianta che presenta una lanugine.

Come tutte le piante grasse, gli echinocactus si possono coltivare partendo dal seme (ogni baccello del frutto può contenere anche cento semini) che raggiunge quasi il cento percento di germinabilità per i semi vecchi di un anno e le piante di piccole dimensioni è bene proteggerle dai raggi del sole diretto per evitare scottature.

n1374107441 376491 4758985La coltivazione generale degli echinocactus grusonii è semplicissima, sono piante robuste che necessitano di un terriccio ben drenante, di essere innaffiate regolarmente in primavera e in tarda estate e richiedono un periodo di asciutta durante tutto l’inverno.

Molti coltivatori utilizzano una tecnica riproduttiva dei grusonii ben collaudata, rimuovendo la parte apicale della pianta che tenderà ad accestire, producendo dei figlioletti che crescono molto velocemente nel giro di poco tempo, a discapito della pianta madre che tenderà a morire.

I semi si possono acquistare in un qualunque vivaio specializzato di zona, nei garden center oppure su internet, in uno dei tantissimi rivenditori di semi di cactus online.

Tra i più forniti e con prezzi ottimi troviamo:

.Semilandia.it

.Cactus-hobby.eu

.Koehres-kaktus.de

 

Echinocactus ingens01Per farsi un’idea dei prezzi dei semi, per cento semi freschi di echinocactus grusonii si possono spendere 2,40 euro, per l’horizonthalonius circa sei euro, per il parryi quattro euro per venti semi, ma il difficile è trattare alcuni tipi di seme, vedi il parryi, il polycephalus e l’horizonthalonius, visto che hanno il tegumento duro e occorre scarificarli con qualche acido o con tecniche particolari.

Condividi post

Repost 0
Published by Rosario (ilrepungente) - in Flora e Botanica
scrivi un commento

commenti

Laura 11/08/2011 09:28


Queste le conosco, evvai! :D


Rosario (ilrepungente) 11/08/2011 09:40



ahahahah guai a non conoscerlo.:D



lisanna 11/08/2011 09:05


questa specie posso dire di conoscerla ; )